Congresso Interregionale di Andrologia, un resoconto

FOSDINOVO– In data 17 giugno si è tenuto a Fosdinovo il Congresso Interregionale 2017 Tosco-Umbro-Ligure della Società Italiana di Andrologia. Tema dell’evento era: “L’andrologo di fronte alle nuove realtà socio-demografiche”. “
Organizzatore del convegno il Dottor Enrico Conti – Direttore della Struttura Complessa di Urologia di Asl5 – presente all’apertura dei lavori la Dott.ssa Maria Antonietta Banchero – Direttore Sanitario Asl5.

Esperti provenienti da tutte le parti d’Italia, riuniti, per dibattere sulle disfunzioni genitali e sessuali. Negli ultimi anni, grazie alle acquisizioni scientifiche, si è assistito ad miglioramento delle possibilità di trattamento di queste disfunzioni, anche se, a tutt’oggi, ancora poco conosciute.
Durante il convegno si è dato spazio ai problemi in tema di disfunzioni sessuali conseguenti ai rapidi cambiamenti socioculturali in atto nel nostro paese: da un lato cambiano le abitudini, i comportamenti dei giovani (basti pensare al ruolo dei social network, di internet nelle abitudini sessuali di giovani e meno giovani o al ritardo con cui oggi si instaura una vita di coppia), dall’altra si assiste all’inclusione di nuovi gruppi etnici con culture e stili di vita diversi. Altro fenomeno emergente di cui si è discusso è quello dell’aumento della percentuale di popolazione di età compresa tra i 55 e i 70 anni, con aspettativa e desiderio di una buona qualità di vita, con legittime aspirazioni di mantenimento di una vita sessuale.
Un momento particolarmente importante è stato quello della presentazione di una proposta di protocollo relativo alla presa in carico delle sequele disfunzionali sessuali nei pazienti trattati per tumore di prostata. Questo progetto, nato nell’ Urologia della ASL 5 Spezzino, è dedicato al recupero della vita sessuale nei pazienti che guariscono o che sopravvivono al tumore, ma che convivono male con le conseguenze negative che il trattamento ha sulla vita sessuale. Altro momento importante del convegno è stato quello di una lettura coordinata e gestita da infermieri professionali.
I promotori esprimono un ringraziamento ai discenti che hanno mostrato il loro apprezzamento con un elevato numero di presenze.

 

Advertisements
Annunci
Annunci