Monterosso, strappati i cartelli pro-legalità

MONTEROSSO– Non sono durati neppure un giorno i manifesti affissi dal Comune e fortemente voluti dal Sindaco Emanuele Moggia: un esplicito invito in più lingue, rivolto ai numerosissimi turisti, che quotidianamente sono attirati dai venditori di teli ed occhiali che stazionano ore nella strada di fronte alla stazione ferroviaria, a non comprare prodotti contraffatti pena una salata multa.

Strappati in pieno giorno con strafottenza da questi signori che di legale hanno poco da vendere, racconta un commerciante che vuole rimanere anonimo.
Ha fatto bene il Sindaco a farli affiggere: se ne strappano uno, ne affiggeremo dieci.
I cartelli erano incollati ai lati dei due piloni appena fuori la stazione ferroviaria; appena letti e capito l’antifona, pensando di non essere visti, i venditori hanno, con rabbia, strappato tutto, non sapendo che nei prossimi giorni anche sui treni ci saranno annunci in varie lingue.
Nel frattempo anche nella vetrina blindata della proloco campeggiano in bella vista due grossi cartelli gialli “No abusive sellers”.
A buon intenditore…
(Nicola Busco, Sinistra dei Valori Monterosso)