Regione Liguria, convenzione con i Vigili del Fuoco

GENOVA– E’ stata firmata questa mattina l’intesa per l’apertura della sala operativa della Protezione civile, disponibile 24 ore su 24 al numero di telefono 0105485990 per affrontare le emergenze sia di tipo idrogeologico, sia dell’anticendio-boschivo. E’ questo il risultato della convenzione triennale del valore di 800mila euro l’anno, approvata in Giunta tra Regione Liguria e Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco che saranno presenti direttamente nella Sala operativa di Viale Brigate Partigiane. Per la prima volta nella storia della Protezione civile regionale la sala operativa sarà attiva sempre e non solo durante le allerte.

Lo hanno comunicato oggi il Presidente di Regione Liguria Giovanni Toti, l’assessore regionale alla Protezione Civile e Difesa del suolo Giacomo Giampedrone, insieme al Prefetto di Genova Fiamma Spena e al direttore regionale dei Vigili del Fuoco Silvio Saffioti firmando l’intesa che sancisce l’impegno.

Da oggi dunque, per lo svolgimento delle attività legate alla Protezione civile e alla lotta agli incendi boschivi, ci sarà una Sala Operativa regionale unificata di Protezione Civile che assicurerà al territorio e alle Amministrazioni locali il presidio, il supporto e l’operatività continuativa della sala regionale per il coordinamento delle attività di protezione civile e di contrasto agli incendi boschivi e di interfaccia.

Questa è una convenzione molto attesa perché si tratta di tutelare la sicurezza in una regione molto sensibile, sia per le emergenze di protezione civile, sia per le emergenze legate all’antincendio boschivo – ha spiegato  il Presidente di Regione Liguria, Giovanni Toti –  Ora mettiamo a sistema tutte le istituzioni e il personale specializzato che lavora sulle emergenze, mettendo in connessione le nostre strutture di antincendio boschivo e protezione civile, allungando l’orario delle sale operative fino all’h 24 e creando una struttura che sarà operativa sempre 365 giorni l’anno con personale specializzato misto, di Regione e Vigili del Fuoco che lavorerà su sulle emergenze di protezione civile e dell’antincendio boschivo. Si tratta di uno degli ultimi tasselli di quella grande riforma della Protezione civile iniziata due anni fa con l’accorciamento della linea di comando,  i colori per le allerte e tutte le procedure di approccio alle emergenze”.
Si tratta di un importante salto di qualità – ha spiegato l’assessore regionale Giacomo Giampedronerispetto a quanto accaduto fino ad oggi e cioè una Sala operativa aperta giorno e notte, ma solo durante le allerte, oggi potenziamo ulteriormente il servizio, mettendo in campo risorse importanti in grado di farci fare un salto di qualità nel campo della protezione civile e dell’antincendio boschivo dopo l’abolizione del Corpo Forestale dello Stato. La Liguria rispetto all’indice demografico molto basso ha un indice di pericolosità elevatissimo e questo ci ha indotto a lavorare assicurare nuovi servizi e nuovo personale”.

INCENDI BOSCHIVI
La responsabilità operativa sarà dei Vigili del Fuoco, attraverso la Sala Operativa Unificata Permanente le cui funzioni possono essere svolte anche presso la Sala operativa della Direzione Regionale dei Vigili del Fuoco e la direzione delle operazioni di spegnimento, oltre al supporto alle attività organizzative e di formazione.

PROTEZIONE CIVILE
E’ previsto il raccordo tra la sala operativa della protezione civile regionale e quella regionale dei vigili del fuoco che consentirà di fatto un presidio H24. La sala di protezione civile regionale sarà integrata con la presenza quotidiana di un’unità dei vigili del fuoco. In caso di emissione di allerte in codice arancione e rosso, con previsione di eventi idrogeologici e idraulici, temporali, è inoltre previsto il potenziamento preventivo sul territorio di squadre dei VVF.