ncendio Marinella: difendere il Parco campagna (Comitato Sarzana, che Botta!)

SARZANA– Secondo incendio in otto mesi nella Tenuta di Marinella. Nei 160 precedenti non era mai avvenuto un incendio. Quello dell’ottobre scorso è stato accertato essere di natura dolosa. Ma a favorirne la propagazione furono – secondo gli inquirenti – la carenza di misure di sicurezza. Bastano questi pochi dati per rendere condivisibili i dubbi dei dipendenti e della consigliera regionale Stefania Pucciarelli sulla natura dolosa di tali eventi e la richiesta di approfondite indagini non solo sullecause, ma anche sulle misure di sicurezza messe in atto dopo il primo incendio di ottobre. Questo secondo incendio giunge non solo mentre per iniziativa della Regione si cerca uno sbocco per la produzione casearia della fattoria, ma, soprattutto, nel momento in cui riprendono forza gli appetiti speculativi sulla Tenuta. Che queste azioni siano opera di sabotatori o di speculatori poco importa. C’è un’unica risposta credibile: l’impegno fin da oggi della giunta e del consiglio comunale di confermare senza tagli nel nuovo Piano Urbanistico il Parco Campagna di Marinella. E’ questa la nostra richiesta. Altrimenti parlare di un PUC a zero consumo di territorio, a volumi zero, è pura propaganda, fumo negli occhi dei gonzi. Nello stesso tempo confidiamo che la Regione non stravolga le prescrizioni dettate sul Piano del litorale a conclusione della VAS, che erano volte proprio a salvaguardare tanti ettari di tenuta agricola. Al sindaco Cavarra ricordiamo che la Regione non ha bocciato quel Piano: ha detto solo di modificarlo per salvaguardare l’ambiente, compresa l’area SIC (Sito d’interesse della Comunità europea). Con questa nota accogliamo il suo appello a difendere Sarzana e il suo territorio.

(Comitato Sarzana, che Botta!)

Advertisements
Annunci
Annunci