Mangia Trekking, iniziata la campagna 2017 dedicata alla frequentazione responsabile e sicura dei sentieri

L’Associazione Mangia Trekking, che collabora in regime di Portocollo d’Intesa con il Parco Nazionale delle Cinque Terre, con il Parco Nazionale dell’Appennino Tosco Emiliano, con il Parco Regionale di Porto Venere, con il Parco Regionale di Montemarcello Magra Vara e diversi Comuni di quei territori, da Vernazza nelle Cinque Terre, lancia la sua campagna 2017, dedicata alla frequentazione in modo responsabile e sicuro dei sentieri.

Testimonial di importanti aziende iltaliane del settore alpinismo-escursionismo (AKU e CAMP ), l’associazione richiama l’attenzione di tutti gli appassionati di queste discipline sportive a frequentare i sentieri adeguatamente equipaggiati. Indica che sono necessarie calzature stagionali da trekking, zaini, beretti e bacchette per camminare, borracce, abbigliamento per la pioggia per il freddo imprevisto e medicinali di primo soccorso al seguito. Consultare preventivamente il meteo, avvisare sempre qualcuno circa il percorso ed avere al seguito l’apposita cartografia. Mangia Trekking non vuol essere uno “sceriffo” che seleziona sul campo chi può e chi non può addentrarsi sul sentiero, ma vuol concorrere a formare il giusto comportamento e l’adeguata mentalità. L’associazione con l’esempio dei suoi esperti che utilizzano calzature da trekking, ed ogni altra attrezzatura ed accessorio di sicurezza e comfort, anche mentre il clima sembrerebbe invitare le persone ad essere in spiaggia per fare il bagno di mare, ritiene doveroso ricordare il valore della prevenzione, sotto ogni aspetto. Sempre meglio prevenire che curare. Pertanto, osservando e comparando l’uso delle cinture di sicurezza dell’auto, che hanno ridotto i danni alle persone in caso d’incidente automobilistico, allo stesso modo Mangia Trekking ritiene che idonei accessori ed attrezzature debbano essere usati lungo i sentieri, per ridurre le possibilità di caduta e d’incidente. Durante le operazioni di monitoraggio dei territori, in particolare relativamente alle Cinque Terre, l’associazione Mangia Trekking ha rilevato una curiosità, la scarsa frequentazione dei sentieri alti sul mare, soprattutto nei periodi caldi, ed ha constatato quindi una maggior pericolosità e forse eccessiva frequentazione delle vie sul mare. Tante volte si presentano lungo le vie persone in età avanzata, con abbigliamento ed accessori non sempre adeguati.

Advertisements
Annunci
Annunci