Partito Comunista Italiano: “Sul PUC condividiamo la linea del Sindaco Federici”

LA SPEZIA- Da un punto di vista amministrativo va precisato subito che la nota della Regione Liguria non intacca l’efficacia della Delibera di adozione del Puc e pertanto vige il regime di salvaguardia. Riteniamo inoltre che la documentazione presentata sia assolutamente completa nei contenuti, sono state rilevate questioni di rappresentazioni grafiche e formali che nella sostanza sono inserite negli elaborati presentati. Abbiamo completa fiducia negli Uffici dell’amministrazione Comunale che hanno sempre trovato nel loro operato un riscontro sempre positivo anche di tutte le altre forze politiche e dei cittadini per la loro competenza e professionalità. Si tratta solo di approfondire la documetazione inviata in Regione, che ripeto, nei contenuti è completa.

Da un punto di vista prettamente politico diaciamo che bisogna difendere il Puc perché rappresenta un punto avanzato per la gestione del territorio e la sua salvaguardia. Un puc che non prevede grandi strutture di vendita, che difende la collina e le zone pedecollinari dall’aggressione del cemento, che non prevede più i grattacieli sul waterfront e chiare speculazioni edilizie. Il nuovo PUC permetterà inoltre il riutilizzo del patrimonio edlizio esistente rigenerando la città. In questo modo sarà rilanciata l’edilizia pur dimmezzando gli indici edificatori di nuove costruzioni e permettendo così davvero la diminuzione dell’uso del suolo. Condividiamo la presa di posizione del Sindaco Federici convinti che il Puc rappresenti la “linea del Piave” da difendere contro l’avanzare dei grandi apetiti speculativi e strumentalizzazioni politiche.