Franco Arbasetti: “Manfredini non è l’unica espressione del centro sinistra”

LA SPEZIA- Alcuni esponenti del PD continuano con la solita litania che votare nell’area di centro sinistra candidature diverse da quelle di Paolo Manfredini è come fare un regalo al centrodestra.
Addirittura si mette sullo stesso piano la candidatura di Forcieri, dimenticando i disastri causati in A.P e l’inchiesta in corso della Magistratura. Insomma, affermazioni strane, specialmente se dette da personalità che a livello nazionale ricoprono ruoli istituzionali importantissimi.
Forse è necessario ricordare che l’attuale sindaco e l’attuale giunta, sostenuti sempre dal candidato Manfredini, che aveva all’interno del consiglio un ruolo importante, ha raggiunto i limiti più bassi nei consensi cittadini ed è proprio questo il principale rischio per cui temono che a vincere sia il centrodestra il resto è tutto marginale.
Questo sindaco e questa maggioranza si sono distinti per l’avversità palese per la partecipazione e per l’ascolto dei cittadini dei quartieri quasi fossero chiusi all’interno di una fortezza istituzionale pensando che la loro forza fosse il consenso uscito dalle urne,basso anche allora se vogliamo proprio essere sinceri.
Ed ecco che ora, dopo un comportamento ostile verso i cittadini negli ultimi 10 anni, promettono in campagna elettorale di voler ricreare quello che hanno distrutto: la partecipazione.
Come fanno ad essere credibili? Ed ecco che forse si spiegano anche le molteplici liste e candidature tutte provenienti dalla stessa area culturale.

Franco Arbasetti (Quartieri del Levante)