Regione Liguria, via alla gara per il ripristino della Via dell’Amore

LA SPEZIA– Via libera alla gara per la progettazione preliminare per il ripristino della Via dell’Amore alle Cinque Terre. Il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, in qualità di Commissario delegato del governo per le ordinanze di Protezione civile, ha firmato oggi la convenzione quadro con Ire (società in house regionale, ndr) per l’avvio della gara per la progettazione preliminare del ripristino definitivo del sentiero, patrimonio Unesco, tra Riomaggiore a Manarola. “Dopo la firma dell’intesa con il ministero dell’Ambiente nel novembre dello scorso anno e lo stanziamento di 5 milioni di euro (3 milioni da parte del governo e 2 milioni di cofinanziamento regionale) – ha spiegato il presidente Totiquello di oggi è il mio primo atto da Commissario per affidare a Ire la gestione, attraverso tutte le procedure necessarie, delle opere connesse alla riapertura della Via dell’Amore. Su quest’opera c’era bisogno di imprimere una forte accelerazione: da quando ci siamo insediati, uno dei nostri principali obiettivi è stato quello di rendere nuovamente fruibile a migliaia di turisti la Via dell’Amore, un biglietto da visita per la Liguria nel mondo, un’opera di portata strategica per il suo altissimo valore simbolico in un territorio in cui il comparto turistico cresce con numeri impressionanti. Dopo la firma di oggi – ha concluso – correremo il più possibile per iniziare al più presto gli interventi di messa in sicurezza”.

In questo modo, Regione potrà utilizzare Ire quale struttura commissariale fino al 2020. Il primo incarico riguarda la progettazione della Via dell’Amore, con l’avvio al più presto del bando di gara per individuare i professionisti che redigeranno il progetto. “Il nostro obiettivo – ha aggiunto l’assessore alla Difesa del suolo e Protezione civile Giacomo Giampedrone è avere il progetto preliminare pronto entro il 2017”. Già dalla prossima settimana gli uffici di Ire inizieranno a impostare la procedura relativa alla gara per l’affidamento della progettazione preliminare. La Via dell’Amore è una passeggiata di 1 km a strapiombo sul mare, la più amata e conosciuta dai turisti e dagli escursionisti di tutto il mondo. Il sito, dichiarato dall’Unesco Patrimonio mondiale dell’umanità, era stato chiuso nel 2012 a causa di una frana in cui erano rimasti ferite quattro turiste australiane. Era stato riaperto nell’aprile del 2015 ma solo per un piccolo tratto di 200 metri.

Siamo molto soddisfatti del risultato raggiunto – ha concluso l’assessore al Turismo, Gianni Berrino -. È una notizia positiva alla vigilia di una stagione estiva in cui siamo convinti che la Liguria e le Cinque Terre saranno protagoniste“.