Lega e FI contrarie alla piscina in Piazza Libertà a Fivizzano

FIVIZZANO– L’idea portata avanti dall’Associazione Mamme di Fivizzano e presentata solo al Sindaco Grassi di realizzare una piscina in Piazza della Libertà a Fivizzano capoluogo non è piaciuta alla sezione della Lega Nord Fivizzano e al coordinamento di Forza Italia.

Per prima cosa – affermano gli esponenti del centro-destra – era necessario un passaggio in consiglio comunale con una discussione tra tutte le forze politiche e non una presa d’atto a cose fatte.  La nostra contrarietà deriva da due ordini di motivi.
Il primo è legato all’investimento fatto da un privato cittadino, residente a Collegnago con trascorsi lavorativi in Svizzera, nelle piscine di Cormezzano che ha cercato da un anno a questa parte di rilanciare e che vorrebbe fare lavorare anche d’inverno attraverso la copertura della struttura.
Il secondo riguarda il progetto di acquistare, per l’ennesima volta, il complesso termale di Equi da parte del Comune di Fivizzano per la cifra di 485.000 euro.
Le attuali strutture sono già sufficienti per i bisogni del territorio, senza la necessità di costruirne una nuova che lavorerebbe solo tre mesi.
Se la motivazione della costruzione è legata al soggiorno estivo dei ragazzi belgi all’Ostello degli Agostiniani, allora la soluzione ottimale sarebbe di ripartirli nelle due piscine del territorio comunale.
Non siamo contrari agli investimenti delle Associazioni sul nostro territorio, anzi ben vengano. Ci permettiamo di suggerire la mancanza di un teatro/cinema, che potrebbe essere realizzato integrando i finanziamenti statali o regionali con contributi di privati o associazioni. Altro investimento potrebbe essere il completamento della struttura degli arcieri sempre in Piazza della Libertà oppure l’acquisto di arredi per il costruendo palazzetto dello sport.
Anche la convenzione firmata, presenta dei punti poco chiari come emerso nell’ultimo consiglio comunale e in aggiunta ci chiediamo come mai non vengano fatti ingressi giornalieri o settimanali ma solo mensili o annuali e la quota associativa sia proposta a determinate persone e non a tutti.
Il comune di Fivizzano prenda esempio dal Sindaco di Vagli, Mario Puglia, che con investimenti non troppo dispendiosi ma innovativi come il Ponte sospeso o il Volo dell’Angelo ha rilanciato il turismo di un piccolo paese della Garfagnana.

(Alberto Bonfigli)

Advertisements
Annunci
Annunci