Giovanni Feltrin in concerto nella Chiesa di Piazza Brin giovedì 25

LA SPEZIA– XXVI Rassegna Internazionale d’Organo Città della Spezia
Progetto selezionato dal bando “Eventi Culturali” 2017 della Fondazione Carispezia.

Giovedì 25 maggio 2017, ore 21:15
La Spezia, piazza Brin – Santuario Nostra Signora della Salute

Concerto d’organo di Giovanni Feltrin
Musiche di Fischer, Telemann, Händel, Guilmant, Pierandrei, Ravanello, Fumagalli, Dandrieu, Lefébure-Wély, Dallier, Boëllmann

L’Associazione Musicale César Franck è lieta di presentare la XXVI Rassegna Internazionale d’Organo Città della Spezia, progetto che si avvale della collaborazione del Comune capoluogo e del contributo della Fondazione Carispezia nell’ambito del bando “Eventi Culturali” 2017.

Da sempre l’associazione César Franck, attraverso questa storica rassegna musicale, è impegnata nella divulgazione della grande musica organistica e nella manutenzione degli strumenti più importanti del territorio, un impegno indispensabile per la buona riuscita dei concerti e ancora più importante ai fini della conservazione di queste meravigliose macchine da musica.

Anche quest’anno, come per le precedenti edizioni, un articolato programma toccherà le principali chiese della Spezia e del Golfo, mettendo in luce alcuni degli strumenti più significativi, e fornirà l’opportunità di assistere ai recital di grandi interpreti di fama internazionale, come Willibald Guggenmos e Thiemo Janssen, e di alcuni tra i più celebrati organisti italiani, come Giovanni Feltrin, Gabriele Giacomelli e Christian Tarabbia.

L’ingresso ai concerti è libero.

Giovedì 25 maggio, alle ore 21.15, presso il Santuario Nostra Signora della Salute di piazza Brin si terrà il concerto di Giovanni Feltrin, organista titolare della cattedrale di Treviso, che eseguirà un programma incentrato sui generi della marcia e della processione all’interno della letteratura organistica, attraverso l’opera di compositori barocchi come Telemann e Händel e musicisti romantici come Guilmant e Lefébure-Wély. Il programma vuole descrivere l’evoluzione della musica organistica che fa riferimento al genere marziale, sottolineando il ruolo importante che questi brani rivestono nella vita di ciascuno, dalle marce nuziali a quelle funebri. Il concerto fornirà l’occasione di riscoprire l’opera di autori come suor Maria Eletta Pierandrei, una delle poche donne compositrici del XVIII secolo, che sorprenderà per la grande maestria nell’arte della composizione.

L’organista Giovanni Feltrin si è diplomato a pieni voti in organo e in musica liturgica prepolifonica, e con lode in pianoforte, sotto la guida rispettivamente di Giuseppe De Donà, Pellegrino Ernetti e Micaela Mingardo. Ha frequentato corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con T. Koopman, M. Radulescu, L. F. Tagliavini, J. Langlais, B. Leighton, A. Sacchetti e G. Bovet, e ha quindi proseguito gli studi organistici con daniel Roth a Parigi. Vincitore di quattro concorsi organistici nazionali, ha conseguito il secondo premio assoluto al 5° Concorso Internazionale di Manchester. Svolge intensa attività concertistica partecipando a importanti festival in molti paesi europei, sia come solista che collaborando all’organo e al cembalo con diverse formazioni cameristiche e orchestrali – Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Teatro dell’Opera di Genova, Orchestra e Coro del Teatro La Fenice di Venezia, Filarmonia Veneta, Gli archi Italiani, I Solisti Veneti – e gruppi corali. Come compositore ha pubblicato musiche per organo e per coro per le edizioni Carrara, San Liberale e LDC, ed è stato premiato al 1° Concorso di Composizione Sacra Indetto dalla Diocesi di Treviso. È docente presso il Conservatorio di Rovigo e insegnante di organo ai corsi di laurea di 1° e di 2° livello. Dal 1990 è titolare della cattedrale di Treviso, alla consolle del grande organo “Kuhn-Hradetzky” costruito nell’Anno Giubilare 2000.

L’organo a trasmissione pneumatico-tubolare del Santuario Nostra Signora della Salute, costruito dalla “Pontificia fabbrica d’organi Cav. Giovanni Tamburini” di Crema, fu inaugurato nel 1925 con un concerto del celebre organista Ulisse Matthey. Nell’estate del 1991 lo strumento è stato restaurato dalla stessa ditta costruttrice.

Advertisements
Annunci
Annunci