#Amministrative 2017, RAOT intervista i candidati sui diritti LGBT

LA SPEZIA– È guerra di dichiarazioni in questi giorni a La Spezia tra i candidati sindaco: si parla di turismo, ambiente, rifiuti, decentramento dei quartieri, lavoro. Tutte tematiche molto importanti, senza le quali una città proiettata nel futuro come La Spezia non potrebbe farsi strada. Ma cosa ne è delle spiagge, della bellezza del golfo, della riqualificazione dell’area Enel, della raccolta differenziata, se poi non si ha la libertà di essere se stessi per le strade della propria città?
È intervenuta RAOT – Rete Anti Omofobia e Transfobia di La Spezia a puntare un faro su queste tematiche. Abbiamo mandato una mail ad ogni candidato chiedendo di rilasciarci una video-intervista per spiegare la sua posizione sui diritti e la tutela delle persone LGBT e sul cammino che avrà intenzione di percorrere durante il suo­ mandato.

Le domande a cui hanno dovuto rispondere sono state:
1) Qual è la sua posizione circa i diritti civili delle persone LGBT, il matrimonio egualitario e la legge sull’omofobia?
2) È presente nel suo programma elettorale qualche riferimento a queste tematiche?
Abbiamo poi montato il video senza alcuna ingerenza da parte nostra, per poter lasciare liberi i nostri associati di farsi una propria idea.

RAOT augura buona fortuna a tutti i candidati che hanno risposto positivamente alla nostra richiesta:
Guido Melley (LeAli)
Donatella Del Turco (M5s)
Paolo Manfredini (Coalizione centro-sinistra)
Massimo Lombardi (Spezia bene comune)
Lorenzo Forcieri (Avanti per Spezia)
Cristiano Ruggia (Partito Comunista Italiano)

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci