“Croce senza giustizia” venerdì 26 a Sesta Godano

SESTA GODANO– Era il maggio del 1978, il ritrovamento del corpo di Aldo Moro in una Reanault4 in via Caetani, aveva causato pochi giorni prima le dimissioni di Cossiga da Ministro degli Interni; di lì a poco sarebbe stata approvata la legge sull’interruzione volontaria della gravidanza. Era una primavera densa di cambiamenti per l’Italia, un anno di svolte e di tensioni. E fra i vari giri di boa, la legge 180, altrimenti detta “Basaglia“, relativa al trattamento della malattia mentale, passa quasi in secondo piano. Eppure l’Italia di allora guardava al domani, al nostro oggi, concedendosi il primato di essere l’unico paese al mondo privo di manicomi.

Cosa sappiamo di quel mondo parallelo? Cos’era il manicomio? Chi viveva all’interno di queste strutture e come? Che cosa ne ha determinato la chiusura?

A quarantanni dalla legge Basaglia, risponde in parte a questi interrogativi l’associazione culturale DESERTISLOCIS, attraverso una videoproiezione che raccoglie immagini e testimonianze, nel contesto della serata Croce senza giustizia, venerdì 26 maggio ore 21:00, presso la Sala Consiliare del Palazzo Comunale di Sesta Godano (SP), piazza Marconi 1.

Croce senza giustizia, così definiva Alda Merini il periodo trascorso all’interno del manicomio “Paolo Pini”, è una serata dedicata al disagio mentale, alla sua storia, alle ferite e alle questione ancora aperte, quelle a cui la legge non ha dato ancora oggi risposta e adeguato riscontro. Si tratta di un’occasione importante per affrontare un tema di cui troppo poco si discute e la discussione resta troppo spesso ostaggio di luoghi comuni e leggende metropolitane. Intervengono alla serata, per aiutarci nel confronto e nella riflessione l’avvocato Maria Cristina Sabatini e la psichiatra Elisa Simonini di Asl5 di La Spezia.

 La serata è inserita all’interno del Calendario del #maggiodeilibri e della rassegna cinematografica #FilmForFun, per il video “lost Asilum: dietro le quinte dell’istituzione manicomiale” realizzato da Desertis Locis, a cura di Godani, Bettolla, Martinelli. 

Advertisements
Annunci
Annunci