Sciopero Maris. Sindacati: “Acam ripiani il debito con la cooperativa”

LA SPEZIA- Si è svolto questa mattina lo sciopero dei lavoratori della Cooperativa Maris impegnati in manutenzione del verde, decoro, pulizie civili e industriali, portierato Comune, manutenzione uffici comunali, unità cinofile, Comune di Vezzano. I lavoratori lamentano i continui ritardi, anche di 20 giorni, nel pagamento degli stipendi. Stipendi che, in media, oscillano tra 700 e 1000 euro mensili. I lavoratori e I sindacati hanno organizzato un presidio sotto la sede di ACAM.

E’ una vergogna– dicono Gianni Cargiolli, FP Cgil, Giampiero Orlanducci, Fisascat Cisl, e Marco Furkletti, Uil trasporti- un anno fa dai vertici della Cooperativa stata chiesta ai soci una ricapitalizzazione in cambio del pagamento puntuale dello stipendio. I soci hanno versato 3000 euro a testa, spalmati tramite 25 euro mensili, ma la situazione non è cambiata. La dirigenza di Maris non ha rispettato gli accordi, adducendo a scusa il mancato introito di più di 2 milioni di euro da ACAM. I lavoratori sono stufi e pretendono che questo balletto finisca: Acam saldi il suoi debiti e la Maris paghi gli stipendi regolarmente, altrimenti continueremo con la mobilitazione.