Spezia, le palle…girano! (che sia quel che sia)

PERUGIA- Secondo pareggio a rete inviolate per lo Spezia di mister Di Carlo. Un pareggio ben giocato quello di Perugia, che avrebbe meritato miglior sorte, come quello interno di sette giorni fa contro la capolista Spal. Gli aquilotti si sono dimostrati determinati e hanno disputato una prestazione migliore senz’altro a deludenti trasferte di questo campionato.

Peccato però che il pareggio valga poco, perché adesso in pericolo sono i playoff. Il Frosinone, terza in classifica, sta scappando e attualmente con il distacco di dieci punti sulla quarta classificata, appunto il Perugia, sanzionerebbe la non disputa degli spareggi. Pertanto a 180′ dalla fine del campionato, Verona e Frosinone hanno aumentato la probabilità di poter essere promosse in seria A con la Spal, in maniera diretta. Avvenne questo proprio dieci anni fa quando Juventus, Napoli e Genoa salutarono tutti senza i playoff promozione.

In casa Spezia si recrimina, a conti fatti, su altre prestazioni lontano dal “Picco” che avrebbero dovuto portare punti importanti ad alimentare la classifica. Adesso comunque serve chiudere in bellezza il campionato: sabato pomeriggio arriva il Pisa, una partita che non ha certo bisogno di tante presentazioni, oltretutto la formazione toscana sta sprofondando verso la Lega Pro, quindi speriamo che gli aquilotti diano una gioia al popolo bianco.

Poi sarà la volta di Vicenza, in casa di Mimmo; vabbè intanto attendiamo il Pisa poi, quel che sarà, sarà!

(Cristiano Sturlese)