Macberh, sospesa l’opera

LA SPEZIA-Cala il sipario sull’opera monumentale senza che sia cominciata” è la perentoria comunicazione di Angelica Frassetto, Presidente dell’Impresa Lirica Francesco Tamagno di Torino una delle sette imprese liriche riconosciute in Italia che, aveva programmato la messa in scena dell’opera per sabato 22 aprile alle ore 21,00 al Teatro Civico della Spezia, nell’ambito del progetto artistico  “Opera Giovani”, progetto che ha messo in locandina un cast stellare che ha riunito eccellenze nel settore della lirica affiancate da giovani talenti.

La comunicazione della Frassetto, giunta in queste ultime ore, dichiara ufficialmente cause non dipendenti dalla sua volontà e, sopraggiunte difficoltà tecniche non imputabili alla produzione e all’organizzazione .

Fortemente deluso tutto il Coro Lirico La Spezia prende atto delle immediate giustificazioni scritte e ricevute dalla Presidente Angelica Frassetto che, dispiaciuta per non essere riuscita a salvare l’opera, porge le sue personali scuse a tutto il cast, i collaboratori a tutto il Coro Lirico La Spezia, impegnato nello studio  per  mesi e  ringrazia quanti hanno appoggiato lo spettacolo nella  promozione e la diffusione. La Presidente rende noto inoltre che già è stato condiviso con la Direzione del Teatro l’intento di riproporre l’opera “Macbeth” in una data più propizia da destinarsi.  L’organizzazione si scusa con il pubblico ed informa che il rimborso totale del  biglietto potrà essere effettuato presso il punto vendita dove è stato effettuato l‘acquisto. Coloro che hanno effettuato l’acquisto on line sul sito Vivaticket riceveranno un messaggio di istruzioni direttamente dalla società che gestisce il servizio .

Ezia Di Capua – Curatore dell’Associazione Coro Lirico la Spezia e dell’Evento