“I caratteri di una scuola democratica oggi”: Marco Rossi-Doria al CAMeC

LA SPEZIA- L’Associazione Culturale Mediterraneo organizza, giovedì 20 aprile alle ore 17,30 al CAMeC (piazza Battisti, 1), un incontro sul tema “I caratteri di una scuola democratica oggi”, al quale interverrà Marco Rossi-Doria, maestro di strada ed esperto di politiche educative e sociali. Secondo Rossi-Doria in Italia si deve parlare di “fallimento formativo”, da attribuire a quattro concause: alti tassi di analfabetismo funzionale nell’insieme della popolazione adulta; alti tassi di abbandoni scolastici uniti a molte ripetenze; alto numero di ragazzi con bassi livelli nelle conoscenze oggi irrinunciabili ai fini dello sviluppo sociale e personale nonché per esercitare la cittadinanza; forte presenza della povertà minorile. Questo carattere strutturale del “fallimento formativo” acquista ancora più peso per lo squilibrio demografico dell’Italia: facciamo pochi figli e ancora troppi di questi non finiscono scuola né formazione. Sono quasi sempre i figli di genitori poveri. La nostra scuola, sostiene Rossi-Doria, è debole nell’esercitare la sua decisiva funzione democratica di ascensore sociale. La “via per l’inclusione” passa per misure di contrasto alla povertà in generale e di promozione della scolarità dei bambini, a partire dal compimento dell’obbligo. Rossi-Doria propone di investire nell’edilizia scolastica, di aumentare fortemente gli asili nido e i servizi alla prima infanzia, di porre come centrale la didattica laboratoriale e di aprire un’ampia discussione pubblica sui nodi irrisolti del sistema scolastico italiano che hanno avuto e hanno un’influenza profonda sul “fallimento formativo”: in particolare riconsiderare i cicli di istruzione con attenzione allo snodo tra scuola media e biennio del successivo obbligo.

Advertisements
Annunci
Annunci