Quartieri del Levante: “Cosa prevede il PUC per l’area Enel?”

LA SPEZIA- Non si sente parlare che di PUC in questi giorni.
C’è chi dice ”Io sto col PUC” e per certe cose forse hanno anche ragione, ma nello stesso è compresa anche l’area che Enel dismetterà e non solo, vi sono compresi anche l’area marittima ed il molo Enel.
Queste cose non possono essere disgiunte ma sono tasselli per future proposte diversificate tra di loro che devono avere come priorità sviluppo, lavoro, ambiente.
Insomma l’area Enel può essere un contenitore nel quale possono trovare industrie (non inquinanti), servizi pubblici, parco giochi, turismo: il tutto con una concreta volontà di rispettare l’ambiente e per far questo guai a destinazioni d’uso generiche che si rivelano molto spesso autogol.
Sia chiaro che siamo contrari all’utilizzo dell’area per lo stoccaggio, la movimentazione e tutte quelle operazioni legate ai container anche considerando che per queste funzioni esiste già la zona retro portuale di Santo Stefano magra.

Insomma noi dei quartieri del Levante prima di dire ”Io sto col PUC” dobbiamo capire quale, nello stesso, sia la destinazione d’uso di questa area e se sarà come noi speriamo potremo considerarlo votabile.

(Franco Arbasetti e Rita Casagrande)

Advertisements
Annunci
Annunci