Aulla Conferenza Stampa del Senatore Giacomo Stucchi e Giuliano Novelli, candidato a sindaco di Aulla, sul tema della sicurezza

AULLA-“L’Italia è come altri paesi europei, non è indenne ai rischi legati al terrorismo” – l’esordio del senatore leghista Giacomo Stucchi, presidente del COPASIR, l’organo parlamentare di controllo dei servizi segreti.
Questa la prima considerazione del senatore della Lega Giacomo Stucchi alla conferenza stampa che si è tenuta ieri 10 aprile presso il “Ristorante Magno” di Aulla.
“Ad oggi non c’è collegamento palese o evidenze che facciano pensare ad una relazione stretta tra immigrazione e terrorismo – prosegue Giacomo Stucchi -, c’è però un precedente storico: Amri, l’attentatore di Berlino, era entrato in Italia con un barcone, per cui non possiamo sottovalutare la questione”.
Il senatore Stucchi prosegue elogiando le forze dell’ordine e proponendo una ‘cura’ che consiste nell’impedire la radicalizzazione islamica: “Non è la fortuna che per ora ha salvaguardato l’Italia da attentati – chiarisce -, bensì dobbiamo dare un riconoscimento alla preparazione e alla prontezza delle strutture che operano per la sicurezza nel nostro paese. Strutture che oggi hanno assolutamente bisogno di essere rafforzate, visto che le minacce e i luoghi sensibili stanno aumentando nel nostro territorio”.
“I Sindaci possono sicuramente fare la loro parte rafforzando i rapporti fra polizia municipale e forze dell’ordine – suggerisce il presidente del COPASIR -, monitorando in modo adeguato il territorio di competenza, evitando ad esempio il proliferare di luoghi di culto non autorizzati ove è impossibile verificare, e quindi impedire, la diffusione di messaggi incentivanti la radicalizzazione islamica”.
Senza voler generalizzare – conclude il senatore Stucchi -, è un dato di fatto che, se è vero come è vero che tutti i musulmani non sono terroristi, possiamo sicuramente affermare che tutti i terroristi non sono musulmani”.

È poi il momento di Giuliano Novelli, candidato a sindaco del comune di Aulla, di prendere la parola: “Aulla ha avuto tre commissari negli ultimi dodici anni. Questo ha provocato il decadimento della città dalla famosa “Aulla da bere” alla triste “Aulla da sniffare” attuale” – le prime parole di Novelli.
Dopo le ore 20 – incalza il responsabile del Carroccio -, le strade della città sono invase da stranieri. Si pensi per esempio a via del Popolo. Questa è sicuramente un’emergenza per la città sulla quale intendo impegnarmi fin dai primi giorni del mio mandato” – è la promessa del candidato a sindaco.
Quindi Novelli continua: “Daremo forte impulso alla predisposizione di impianti per la videosorveglianza e, in proposito, abbiamo già avuto rassicurazioni dalla regione circa il fatto che il bando regionale riaprirà, tramite un’apposita interrogazione della nostra consigliera regionale Elisa Montemagni all’assessore regionale competente”.
“Daremo forte stimolo poi alla creazione di gruppi per il controllo di vicinato e chiederemo fortemente di rivedere la gestione, il controllo e il coordinamento tra le forze che agiscono sul territorio per la sicurezza – spiega ancora Novelli -, che devono condividere informazioni e programmare insieme gli interventi, laddove sarà possibile”. Dopodiché Giuliano Novelli conclude il suo intervento: “Aumenteremo infine dotazioni e personale dedicato alla polizia municipale con un concorso interno, evitando quindi nuove assunzioni. La macchina amministrativa costa già troppo ai cittadini”.

(Alberto Bonfigli)