Cinque Terre Express, la soddisfazione dell’Assessore Berrino

GENOVA-Il servizio Cinque Terre Express, da poco ripartito per il secondo anno consecutivo, ha dato indubbi risultati positivi che anche i detrattori più ostinati non possono negare: con i 46 treni aggiuntivi ai 40 in servizio abbiamo decisamente dato una svolta alla mobilità nei borghi, che già in questi giorni vengono presi letteralmente d’assalto da visitatori di tutto il mondo. Nonostante mi siano attribuite dichiarazioni del tutto false con riferimenti mai fatti a ‘sprechi di denaro’, sottolineo che il servizio per i residenti, tra Levanto e La Spezia, è gratuito e che l’introduzione della tariffa dei 4 euro, necessaria a coprire il servizio dei 46 treni aggiuntivi, riguarda solo i turisti provenienti da fuori regione. Inoltre, siamo stati costretti ad accettare un aumento delle tariffe ferroviarie ordinarie del 5% per adeguamenti legati all’inflazione, a cui non ci siamo potuti sottrarre, mentre siamo riusciti a strappare la rinuncia, da parte di Trenitalia, a un disavanzo di 15 milioni di euro lasciato dalla precedente amministrazione regionale”.

Lo dichiara l’assessore regionale ai trasporti Gianni Berrino rispondendo a una nota del Comitato Cinque Terre, ricorrente al Tar.

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci