Porto Venere, le nuove tariffe TARI

PORTO VENERE- Ieri sera il Consiglio Comunale ha deliberato le nuove tariffe sui rifiuti per l’anno 2017, con che importanti novità che faranno certamente felici gli abitanti del comune di Porto Venere.

La rivoluzione per le utenze domestiche è davvero importante in quanto la tariffa rispetto all’anno passato si abbatterà fino al quaranta per cento, con tagli per le utenze non domestiche fra il cinque e il cinquanta per cento a seconda delle categorie.

Ecco alcuni esempi del concreto effetto benefico del nuovo regime di tassazione:

I single residenti in sessanta metri quadrati pagheranno quest’anno 119,35 euro, contro i 207,31 euro del 2016; una famiglia di due persone in un appartamento di 80 metri quadrati pagherà 188,18 euro rispetto ai 318,77 del 2016, mentre una famiglia di quattro persone in un locale di 100 metri quadrati spenderà duecento euro in meno, passando dai 468,78 euro dello scorso anno ai 268,78 di quest’anno.

Risparmi toccheranno anche commercianti e artigiani che operano sul territorio di Porto Venere.

A partire dai bar, che quest’anno pagheranno 30,74 euro al metro quadrato rispetto ai 32,89 del 2016; i ristoranti, che passano dai 35,05 ai 32,38 euro a metro quadrato; le attività artigianali, che quest’anno pagheranno 10,65 euro al metro quadrato rispetto ai 12,09 del 2016.

Tagli anche per edicole e studi professionali: i primi pagheranno 21,20 euro al metro quadro, dopo averne pagati 23,483 a metro quadro lo scorso anno, mentre per i secondi la tariffa scende da 20,40 a 18,36 euro al metro quadrato.

Finalmente i risultati del nostro lavoro diventano tangibili e risparmi finiscono nelle tasche dei nostri concittadini! – esulta il Sindaco Matteo CozzaniLa nostra scelta è stata in controtendenza rispetto a tutti gli altri comuni della provincia e molti pensavano e (speravano) che non saremmo riusciti ad arrivare ai traguardi che oggi invece siamo riusciti a raggiungere. Il quaranta per cento di sconto è una rivoluzione per la tariffa dei rifiuti unica nel panorama provinciale. Ricordo che fino all’anno scorso avevamo il record negativo per la tariffa più cara mentre, oggi siamo ampiamente all’interno della media delle tariffe della provincia.”

Inoltre – continua il Sindaco – con il nuovo sistema di raccolta nei primi sette mesi abbiamo prodotto 188 tonnellate di rifiuti indifferenziati in meno creando effetti positivi in termini ambientali incrementando la percentuale di raccolta differenziata, oltre all’ulteriore risparmio sui costi. Gli obiettivi che oggi abbiamo raggiunto derivano anche dal grande lavoro degli uffici nella lotta all’evasione e all’elusione del tributo. Spero – conclude Cozzaniche in virtù di questi risultati i nostri concittadini continuino ad impegnarsi nella raccolta differenziata per far si che la tariffa anche per il prossimo anno possa continuare ad abbassarsi.”

Il Consiglio ha anche deliberato le nuove scadenze delle bollette che potranno essere pagate in rata unica il 31 luglio mentre a rate il 30 aprile, 31 maggio, 31 luglio, 31 agosto e 30 settembre 2017.

Le tariffe: www.slideshare.net

Advertisements
Annunci
Annunci