PCI: “Il PD ha deciso di candidare Manfredini, noi andiamo avanti con Ruggia”

LA SPEZIA- Nel nostro primo comunicato stampa riguardo le elezioni amministrative del comune capoluogo, coscienti delle difficoltà a cui saremo andati incontro, ci mettevamo a disposizione con le nostre capacità, le nostre idee e i nostri uomini per costruire un programma politico partecipato per cercare di formare una coalizione progressista.
Constatando che il tempo passava, erano passati già due mesi dalla nostra prima proposta, in una nostra nota del dicembre 2016 inviata anche al PD , per cercare di scuotere la situazione di immobilismo politico , dovuta anche all’eterna conflittualità che regnava nel PD, mettemmo a disposizione la candidatura di Ruggia, vice sindaco dell’attuale coalizione , che ritenevamo avesse in sé un progetto politico: mantenere un centrosinistra, ossia il PD più forze laiche, cattoliche, socialiste e comuniste.

La nota chiedeva anche di redigere al più presto un programma con un tavolo unitario. Alla faccia della tanto sbandierata volontà di un dialogo con la sinistra alla nostra proposta , anche dopo tanti incontri ufficiali e ufficiosi , nessuna risposta ne ufficiale ne ufficiosa dalla segreteria di Via Lunigiana. Un metodo davvero singolarmente sprezzante! La scelta della candidatura di Manfredini sindaco della coalizione l’abbiamo appresa dai giornali.

Non tenendo in minima considerazione la proposta di candidatura di Ruggia si amputa la sinistra dalla futura coalizione e si seppellisce il centrosinistra. Nulla di personale su Manfredini, è una questione politica; si è scelto infatti di farla finita con quelle forza della sinistra che lealmente si è sempre assunta le proprie responsabilità anche nei momenti in cui sembrava che la coesione politica della maggioranza latitasse, certamente con la propria identità e una propria capacità di azione politica.

Noi pensavamo che si potesse scrivere una nuova pagina progressista alla Spezia, pensavamo si potesse ricostruire un laboratorio politico mettendo al centro proprio le relazioni politiche e il programma non gli interessi di parte. Invece la proposta del PD è a tutti gli effetti una coalizione analoga a quella governativa, manca Ncd, forse è in arrivo? Del tavolo programmatico e di confronto nessuna traccia .

Pensavamo che anche la nuova aria del congresso del P D producesse una concreta realizzazione dell’annunciato intendimento di ricucire con la sinistra e questo lo si poteva solo fare su una proposta concreta. Invece non siamo stati neppure tenuti in considerazione.

Parteciperemo alle prossime elezioni candidando a Sindaco il Compagno Cristiano Ruggia convinti di aver fatto tutto quello che potevamo e dovevamo fare, lavoreremo per la sua candidatura assieme a tante altre persone che credono in un percorso politico e amministrativo basato su fatti concreti atti al miglioramento della nostra Società , convinti di rappresentare una sinistra capace di dare risposte di governo serie, laboriose e responsabili.

Federazione Provinciale PCI

Unione Sezioni PCI comune della Spezia

Advertisements
Annunci
Annunci