Scalinata Cernaia: capitozzati gli alberi, venerdì 24 Commissione

LA SPEZIA- Venerdì 24 alle ore 15, a Palazzo Civico il Comitato del Verde sarà audito in una commissione sulla Scalinata Cernaia.

Il Comitato Cernaia si batte da 6 anni per la salvaguardia della storica scalinata e delle sue piante, bellissime Sophorae che l’Amministrazione voleva abbattere e che ora rischiano di essere buttate giù nonostante i tavoli, gli incontri e le promesse; si lavora troppo vicino alle radici e se queste ultime vengono danneggiate, la pianta muore. Tre settimane fa il Comitato aveva lanciato l’allarme e, dopo alcune ore di proteste e telefonate, i lavori erano stati bloccati (Comitato Cernaia: “Il Comune sta tagliando le radici” e “Quale futuro per gli alberi?“).

In questi giorni è salita di nuovo la protesta, perché, denuncia il Comitato Cernaia, gli alberi sono stati potati in maniera non consona, ossia capitozzati.
La capitozzatura (www.isaitalia.it) è un tipo di potatura molto drastica ed è considerata dannosa per l’albero, nonché VIETATA dal Regolamento del Verde che il Consiglio Comunale ha approvato qualche mese fa, nel giugno del 2016, con grandi proclami del vice-sindaco Cristiano Ruggia.  Che fa, quindi, il Comune? Non rispetta ciò che lui stesso ha regolamentato?

Spezia avrà il suo regolamento del verde e Regolamento del verde: il  Consiglio Comunale approva).

(articolo 25 del Regolamento del Verde, consultabile su www.slideshare.net).

Esempio di capitozzatura:

Sophorae della Cernaia recentemente potate:

Sophorae potate correttamente (Bologna)

Quella effettuata sugli alberi della Cernaia è una capitozzatura? A prima vista si direbbe proprio di sì e la cosa è stata confermata anche da esperti, ma noi lo vogliamo chiedere al Comune.
Se sì, perché è stata effettuata, in barba a un regolamento che è stato redatto con un lavoro lungo e faticoso da parte di Comitati e esponenti del Consiglio e della Giunta?
C’era davvero bisogno di una potatura così radicale?

Sicuramente queste domande verranno poste nel corso della Commissione di venerdì: attenderemo le risposte.

Advertisements
Annunci
Annunci