Un ricordo di Gressoney e una riflessione sul riscaldamento globale

LA SPEZIA- Proprio un mese fa, a metà febbraio, a causa di imprevisti e incredibili rialzi termici (oltre 15°in più di giorno) probabilmente connessi al Global Warming della Terra, vi sono stati ben tre gravissimi incidenti di montagna invernale, quasi contemporanei, in Piemonte, Val d’Aosta e vicina Francia.

Nel primo caso, in una giornata luminosa, una valanga di neve e pietre ha travolto, senza scampo, tre espertissimi  ancorché giovani, sciatori-alpinisti (Chamberton), e ben sei sono state le vittime di cadute di ghiaccio veramente inaspettate in pieno inverno, di cui due inglesi in Francia e  purtroppo quattro nostri concittadini di Spezia e Carrara (a Gressoney in Val d’Aosta) che ricordiamo con vivo e commosso affetto e rimpianto.

Advertisements
Annunci
Annunci