Il Premio Tenco Cristiano Angelini presenta il nuovo disco a Fezzano

PORTO VENERE- Sabato 18 marzo nuovo appuntamento con le serate di “Incontri d’autore” con degustazione al ristorante “O chi o a cà toa” di Fezzano (Via Paita 6, Porto Venere, SP). Protagonista sarà Cristiano Angelini, figlio d’arte dello Chef e ad oggi, unico spezzino ad essersi aggiudicato la Targa Tenco come Migliore Opera Prima 2011 con l’album “L’ombra della mosca”. Con lui Marco Spiccio alle tastiere e Luca Falomi alla chitarra.

E proprio da Spezia Angelini vuole partire per presentare il suo nuovo album dal titolo “Colui che si cerca nel legno” che sarà presentato in anteprima nella trasmissione televisiva “La Nuova Scuola Genovese” in onda su Antenna Blu, mercoledì 15 marzo (ore 21.00) in occasione dell’inaugurazione della mostra a cura di Stefano Giraldi, ideata proprio sui testi del nuovo album di Cristiano Angelini. Il programma condotto da Andrea Podestà e Eugenio Ripepi è realizzato all’interno del prestigioso museo dedicato alla canzone d’autore di Genova “viadelcampo29rosso”.

Cristiano Angelini é un cantautore raffinato, che fa della cura della parola la propria cifra distintiva. Le sue immagini, concrete e oniriche insieme, si inseriscono pienamente nel filone della canzone d’autore italiana più riconosciuta, e tuttavia non ne vengono limitate. La scrittura di Angelini é senza tempo eppure capace di raccontarlo fin nei particolari infinitesimali e sfuggenti, per scoprirne la profonda umanità. Ma non sono solo le parole, a colpire. Sono le musiche – dense, ricercate anch’esse, preziose sempre – a portare lontano, a prendere spazio, a dilatarsi e distendersi consentendo alla mente di immaginare una prosecuzione, uno spazio più ampio per le parole, consentendo il privilegio di pensare. Che di questi tempi è merce sempre più rara.

Allievo di Tony Parisi, Angelini inizia la carriera musicale fondando, nel 1985, prima il complesso Cartoons poi il gruppo etno rock Tuya; con loro Angelini inizia a cimentarsi come autore. Sensibilità poliedrica, collabora con scrittori e artisti visivi, compone musiche e testi per spettacoli teatrali e film. Nel 2007 vince il Premio Lunezia Nuove Proposte. Il suo album d’esordio solista è “L’ombra della mosca” pubblicato per Gutenberg Music nel 2011. A questo lavoro, la critica riconosce l’intelligenza dei testi e la ricercatezza delle musiche, che sostengono uno sguardo sul mondo e i suoi dettagli preciso ed elegante, che da luogo a intuizioni – di contenuto e di forma – talora fulminanti. Doti, queste, che gli valgono la Targa Tenco miglior opera prima, nel 2011.

Angelini inizia presto a lavorare all’album successivo dal titolo, “Colui che si cerca nel legno”, che dà nome e materiale a un never ending tour attualmente in corso. Un autore di questo stampo non può che trovare nelle collaborazioni la propria dimensione più consona. Ha – tra gli altri – scritto il testo per “La culla di giunco“, un brano del chitarrista Armando Corsi. Sta inoltre collaborando al terzo album, intitolato “Storie di Nanda”, della cantautrice Chiara Jerì.

O chi o a cà toa

Via Paita 6, Fezzano di Portovenere (SP)

info e prenotazioni anche via sms: 3284688876

Advertisements
Annunci
Annunci