Guerri: “Ancora irrisolto il problema dei servizi Oss e pulizie in Ospedale”

LA SPEZIA- “Fra le problematiche lasciate in eredità alla sanità spezzina dalla gestione Conzi, rimane tuttora irrisolta quella legata ai tagli operati nei servizi di pulizia e ausiliariato nell’ambito delle strutture dell’ASL 5. Non vi è neppure bisogno di sottolineare la gravità del problema, che già a suo tempo il gruppo “Per la Nostra Città” ha avuto modo di denunciare sia per i disagi, ai limiti dell’insostenibilità, prodotti a carico degli operatori, sia per le ricadute negative che siffatta organizzazione dei servizi ha determinato sulla qualità di prestazioni essenziali per la salute dei cittadini, quali la pulizia dei locali e l’assistenza ai degenti, fortemente inficiate dalla pesantissima riduzione delle ore lavorative e dalla condizione di promiscuità delle mansioni (con operatori e operatrici incaricati nello stesso turno di lavoro di provvedere sia ai compiti di pulizia sia ai servizi di oss). Una situazione inammissibile, che offende la dignità dei malati e dei loro familiari e che non garantisce i livelli di igiene e sicurezza ai quali devono informarsi i percorsi di accoglienza, cura e assistenza all’interno delle strutture sanitarie. E anzi lascia intravedere il rischio concreto di possibili situazioni di emergenza sanitaria, collegate al pericolo di infezioni. Non a caso a suo tempo il sottoscritto aveva richiesto al Sindaco di intervenire nella sua prerogativa di massima autorità sanitaria locale con un’ordinanza finalizzata a intimare all’Asl il ripristino urgente delle condizioni di igiene e sicurezza dovute nella modalità di organizzazione e svolgimento dei due servizi (proposta che purtroppo Federici non ha voluto ascoltare)”.

Con queste parole il consigliere comunale Giulio Guerri, capogruppo della lista civica “Per la Nostra Città”, ha presentato una nuova istanza richiedendo che la tematica sia al più presto riesaminata nella competente Commissione Sanità del Consiglio Comunale.

Advertisements
Annunci
Annunci