Scalinata Cernaia, la storia infinita. Per ora cantiere chiuso. Quale futuro per gli alberi?

LA SPEZIA-  Giornata convulsa, quella di venerdì, per il Comitato Cernaia e gli amanti della storica scalinata (e degli alberi). In mattinata il comunicato “Il Comune sta tagliando le radici” aveva fatto indignare tutti coloro che seguono questa vicenda dall’inizio e che erano convinti che, come deliberato dal Consiglio Comunale, gli alberi fossero salvi. Anni di lotte, di incontri, di mozioni e appelli per salvare gli storici alberi della Scalinata, promesse, stop ai lavori… e ieri la decisione di abbandonare il dialogo con il Comune. Anni di lavoro buttati al vento, sembrava. Immediate le reazioni dell’opposizione. I Cinque Stelle presenteranno lunedì una mozione urgente e Giulio Guerri ha rimarcato il fatto che il Comune continui a rinviare la Commissione (se ne sarebbe dovuta tenere una mercoledì 8, con audizione dei componenti del Tavolo del Verde). Nel pomeriggio, il comunicato del Comitato Piazza Verdi aveva denunciato la finta partecipazione e, annunciato che, di ftonte  all’ennesima distruzione di un bene comune quale la Scalinata Cernaia, peraltro sottoposta a vincolo, e all’ennesima presa in giro patita dai cittadini per mano di questa amministrazione vandala e incurante dei più basilari principi legati alla democrazia e al rispetto dovuto ai luoghi e alle persone, non poteva far altro che abbandonare il Tavolo del Verde.

I due Comitati hanno affrontato il Comune in modi diversi: più muscolare quello per Piazza Verdi (basato su atti legali), più volto al dialogo quello per Cernaia. Approcci diversi, ma uguale risultato: “L’amministrazione alla fine distrugge le cose degli spezzini e gli spezzini non possono dire o farci nulla. Né la legge né il dialogo è in grado di fermare il vandalismo di questi signori”.

Dopo comunicati e telefonate arriva lo stop ai lavori. Cantiere (momentaneamente) chiuso e, quindi, alberi salvi? Le radici di due alberi sono state danneggiate e si teme che per quelli non ci sia nulla da fare, ma per ora si sta lavorando solo sulla parte alta della Scalinata, quindi c’è speranza che per la parte più bassa e per quelli non ancora danneggiati si riesca a far seguire un altro metodo di lavoro (come concordato).

La Scalinata Cernaia, che ha più di 100 anni, viene spesso paragonata alle scalinate parigine per la sua struttura e la sua bellezza ed è uno degli angoli cittadini più fotografati dai turisti. Forse questi ultimi hanno più buon gusto dell’Amministrazione spezzina.

La storia della Cernaia sembra ormai una telenovela. Attendiamo l’ennesima puntata.

Advertisements
Annunci
Annunci