Spezia, le palle…girano! (l’eterna fatal…Novara)

NOVARA- Niente da fare, non si riesce a sfatare il pronostico in quel di Novara e per lo Spezia è confermata la sconfitta che da anni avviene in Piemonte. Un Novara non trascendentale, ma appena superiore per sconfiggere i nostri aquilotti e far tornare in riva al “Golfo dei Poeti” il facile “mugugno” della tifoseria spezzina. Non è bastato el diablo Granoche col suo nono centro personale a impattare, seppur provvisoriamente, il vantaggio del Novara. L’ex Granoche aveva fatto sperare che gli aquilotti potessero farcela almeno stavolta ad uscire indenni dal “Piola”, invece sul filo del cronometro è avvenuta la seconda rete dei padroni di casa.

La cosa forse più negativa è non essere riusciti a segnare nella ripresa malgrado una superiorità che però è apparsa sterile, insomma siamo alle solite. Senza il fantasista Fabbrini, squalificato, lo Spezia in avanti rimane poco attendibile. Menomale che martedì sera si torna subito in campo per il turno infrasettimanale: arriva l’Ascoli di Cacìa & C.

Occorre fare attenzione e maneggiare con cura, ma è una partita alla portata della formazione di mister Mimmo Di Carlo. Il campionato è equilibrato, gli avversari sono più o meno dello stesso valore, si continua, basta non abbattersi e anche lo Spezia può ancora dire la sua per la corsa play-off. #Mimmolandia se ci sei raggiungi quota 41!

(Cristiano Sturlese)

Advertisements
Annunci
Annunci