Spezia, le palle…girano! (mea culpa aquilotta…)

LA SPEZIA- Lo Spezia inciampa tanto per cambiare, nella sua eterna bestia nera calcistica: il Trapani. Ma diciamolo subito, colpa sua se dopo un rapido doppio vantaggio si fa raggiungere al 90esimo dai siciliani mai domi. Nel mezzo tante occasioni perse per chiudere il match, ma nel calcio si sa, quando non chiudi certe partite, poi alla fine arriva la beffa: e così è stato anche questa volta al “Picco”.

Aquilotti che devono recriminare in casa propria se non è bastato un doppio Granoche (e siamo a otto reti stagionali) a garantire la quarta vittoria consecutiva in questo campionato cadetto. Sarebbe stato un record ma ancora una volta, quando è il momento di cambiare marcia, gli aquilotti si perdono tra le maglie avversarie e tutto diventa più complicato. Pazienza, c’è da pedalare: tanta la strada è lunga ma certe occasioni vanno colte al volo, altrimenti poi non si può sempre recriminare verso le direzioni arbitrali e gli episodi che non sempre girano dalla parte che si vorrebbe. Magari col senno del poi, anche alcune scelte tecniche forse, non sono state azzeccate, ma sempre col senno del poi…

Ora testa & cuore verso un’altra trasferta piemontese contro il Novara, da sempre difficile campo in cui lo Spezia non ha mai raccolto molto; che sia la volta buona anche se avremo un Fabbrini in meno, vista l’espulsione (particolare) subìta, ma lo Spezia deve dimostrare che è squadra aldilà del valore dei singoli…

(Cristiano Sturlese)

 

 

Advertisements
Annunci
Annunci