Albiano Magra, il Presidente della Provincia Lorenzetti incontra la popolazione per il caso Costa Mauro

ALBIANO MAGRA- Mercoledì 15 febbraio alle ore 16:00 presso la Sala Polivalente della Croce Rossa, il Presidente della Provincia di Massa Carrara Gianni Lorenzetti, incontrerà la popolazione di Albiano Magra, per affrontare l’incredibile caso della Costa Mauro, l’azienda che svolge la propria attività in mezzo ad un paese di 3.000 abitanti.

Gianni Lorenzetti, già sindaco di Montignoso (Ms) e da poco più di un mese insediatosi anche a Palazzo Aranci, sede apuana della provincia, ha iniziato contestualmente la nuova esperienza della sua nuova investitura con un caso davvero eclatante per la cronaca locale, ma non solo, complicato e ingarbugliato quanto misterioso e contorto, degno di studio esemplare in qualche corso universitario  (come ha osato definirlo proprio uno degli addetti ai lavori, in aiuto a difendere la salute degli albianesi, ossia il noto giurista ambientale Marco Grondacci).

Proprio ad inizio di questa settimana, il Presidente ha ricevuto brevi manu, dopo la dovuta protocollazione, una lettera di diffida da parte del comitato “spontaneoUniti Per Albiano. Contestualmente lo stesso Lorenzetti è stato invitato ad incontrare la popolazione albianese per tranquillizzare tutti sugli sversamenti illegali in atto da svariati anni, e tuttora esistenti, sfocianti nel fiume Magra con uno scarico illegale, distanti solo 70 metri dai pozzi di mungitura dell’acqua potabile per la rete idrica dei paesi Albiano Magra e Caprigliola ( il secondo palesemente meno interessato alla vicenda, nonostante luogo nativo dell’ex vicesindaco).

In concomitanza alla consegna della sopraccitata diffida nelle mani del Presidente della Provincia, ieri mattina lo staff della Costa Mauro è stato accolto  dallo stesso Lorenzetti per la valutazione di autorizzazioni, proroghe e quant’altro. L’imprenditore ha preferito evitare i giornalisti, mandando avanti come un’ariete la stessa figlia Silvia, come i suoi stessi addetti ai lavori di scorta al “faldone rosso”.

Quasi in contemporanea agli appuntamenti in Provincia, sempre ieri mattina, c’è stato movimento anche presso gli uffici del Tribunale da parte degli avvocati della famiglia Costa, segno che la Legge sta facendo il suo dovere. L’incontro di mercoledì prossimo 15 febbraio alle 16 in Croce Rossa come sempre è aperto a tutti.

Advertisements
Annunci
Annunci