Spezia, le palle…girano! (ora, tutta un’altra musica in campo!)

LA SPEZIA- Lo Spezia raddoppia e conclude il doppio turno casalingo con due vittorie molto sostanziose e soprattutto meritate. I ragazzi di Mimmo Di Carlo hanno anche oggi offerto una prestazione incoraggiante contro la Ternana, visto che lo stesso mister al termine della partita ha ribadito come bisogna attendere ancora due o tre settimane per vedere il miglior Spezia.

E noi di questo siamo molto felici, lo sono pure i “mugugnoni dello Sprugola” che non credono a questa metamorfosi aquilotta. Uno Spezia che segna gol gioca e soprattutto convince. Granoche mette il sigillo dal dischetto dopo che il neo aquilotto Djokovic realizza il vantaggio da schema su palla inattiva. Nel finale si può anche scialacquare regalando dal dischetto un rigore sbagliato da Piccolo. Con un Fabbrini che resta in piedi per pochi metri e poi viene sempre scaraventato a terra dagli avversari… si può davvero guardare lontano. E che dire dell’assenza (la prima delle tre giornate di squalifica) di capitan Terzi in difesa? Forse se n’è accorto qualcuno? No, perché il giovane aquilotto Ceccaroni al centro ha confermato quanto di buono dicevano da Ferrara in casa Spal. Insomma finalmente si sta intravvedendo un nuovo cammino aquilotto, quello che ci piaceva immaginare sin dall’inizio… ma anche gli infortuni, troppi hanno contribuito a rendere uno Spezia lontano da quello quasi perfetto.

E allora ecco che finalmente la musica sta cambiando a ritmo di #mimmolandia… questo da non dimenticarsi, grazie sempre ai fondi patrimoniali del patron Volpi che pur lontano fisicamente è sempre virtualmente tra noi, “mugugnoni dello Sprugola” compresi, ovviamente…

(Cristiano Sturlese)

Advertisements
Annunci
Annunci