Guerri: “L’acqua continua a creare problemi alla Pieve, in viale Fieschi e in via Cantarana”

LA SPEZIA- “Da segnalazioni pervenute da alcuni cittadini e personalmente verificate con sopralluoghi, ho potuto constatare che ancora una volta la pioggia ha messo in evidenza l’inadeguatezza del sistema di deflusso delle acque reflue -come già più volte ufficialmente segnalato dal sottoscritto- nel quartiere della Pieve (dove ancora una volta le strade si sono trasformate in fiumi di fango), in viale Fieschi tra Fabiano e l’Acquasanta (dove molti tombini hanno funzionato al contrario) e in via Cantarana alla Chiappa (dove una delle abitazioni già rimaste allegate negli ultimi tre anni è nuovamente finita sott’acqua. In quest’ultima via, devo sottolineare che, alle ripetute interrogazioni a firma del sottoscritto aveva fatto seguito, a settembre 2016, un esposto al Prefetto e al Sindaco sottoscritto dagli abitanti con l’indicazione degli interventi da attuare per mettere in sicurezza la rete dei canali che attraversano l’area urbana e per rendere efficiente il sistema di raccolta e smaltimento delle acque piovane. Il Comune dopo questa iniziativa aveva promesso ai cittadini che sarebbe intervenuto entro Natale ma da allora nulla è stato fatto, tanto che si era resa  necessaria una mia ulteriore istanza di sollecito, in data 20 gennaio u.s.”.

Questo è quanto riportato nella nuova interrogazione indirizzata quest’oggi al Sindaco del consigliere comunale Giulio Guerri (“Per la Nostra Città”). L’esponente di opposizione chiede all’amministrazione, a fronte del riproporsi di problemi già noti, quali interventi di prevenzione abbia effettuato nelle ultime ore in vista dell’ulteriore peggioramento delle condizioni meteo, annunciato dall’allerta arancione diramata dalla Protezione Civile per la giornata di domani. (ogg, n.d.r.).

(Servizio video di Francesco Munari)

 

Advertisements
Annunci
Annunci