“Ci vediamo in Piazza Verdi”: il Comune spiega la Piazza ai cittadini

LA SPEZIA- “Ci vediamo in Piazza Verdi” è l’iniziativa lanciata dal Comune della Spezia per far conoscere la nuova Piazza a cittadini e turisti. Prevede una serie di visite guidate (la prima domenica 19 febbraio) con guide turistiche che accompagneranno chi vorrà alla conoscenza delle nuove installazioni artistiche di Daniel Buren. Questo progetto è stato annunciato stamattina nel corso di una conferenza stampa tenuta dal sindaco Massimo Federici, assieme all’ingegner Claudio Canneti, all’assessore Corrado Mori e alla direttrice delle Istituzioni Culturali Marzia Ratti.

“Nei prossimi giorni” annuncia Mori “la piazza sarà del tutto completata. Le piazze ci parlano, ci raccontano il presente e il passato” continua l’Assessore ai Lavori Pubblici, esaltando in toto la nuova piazza, con le installazioni artistiche di Buren che continuano a far discutere. Domenica 19 ci sarà la prima visita “Alla scoperta di Piazza Verdi e dintorni”; a partire dalle 11 ci saranno visite organizzate per i gruppi, fino alle ore 15. E, nel secondo pomeriggio, dalle 17 in poi, visita notturna alla Piazza che prevede un progetto illuminotecnico.

Proprio l’illuminazione è uno dei punti deboli della nuova Piazza, ma, assicurano Federici e Canneti, ma il problema si risolverà nei prossimi giorni, con l’installazione di nuove fonti luminose che verranno installate anche nei pressi del Palazzo delle Poste e delle scuole lato mare, per illuminare il palazzo prospiciente.

Marzia Ratti dichiara infine che questa sarà un’occasione per raccontare la storia della città com’era e com’è (speriamo che la dottoressa Ratti conosca la storia della Piazza meglio di quella della piantumazione dei pini…) e sottolinea come l’esplosione di colori di Buren riprenda quella dei mosaici futuristi del Palazzo delle Poste. Interviene poi, dal pubblico, anche Gianni Bolongaro, grande conoscitore delle opere di Buren, che sottolinea l’importanza del progetto architetto+artista, che si è realizzato nella nostra piazza per la prima volta in Italia (e noi spezzini che ci lamentiamo… non sappiamo apprezzare le fortune!!!).

L’Amministrazione annuncia anche uno speciale annullo filatelico dedicato alla Piazza, rappresentante un bozzetto di Buren. Agli spezzini” dice il Sindaco “la Piazza piace sempre di più e sono sicuro che, una volta finite le polemiche, sapranno apprezzare quest’opera, che è stata di impreziosimento per la nostra città“. Poi rivolge un pensiero ai commercianti, vittime del cantiere per tutti questi anni.

Ricordiamo che domenica 19 la Piazza sarà completamente chiusa al traffico, anche degli autobus. Per prenotare la visita occorre chiamare il Museo Lia al numero 0187-731100, anche da oggi.
La visita sarà anche l’occasione (e per questa ragione è consigliabile) per vedere i bellissimi mosaici del Palazzo delle Poste, opere futuriste di Filia Prampolini. 

(Claudia Bertanza)

Advertisements
Advertisements
Advertisements