Battistini (M5S): “Mobilità infermieri da ASL4 a ASL5, possibile anche subito”.

GENOVA- Non servirebbero soluzioni mirabolanti o fantasiose se si volesse fare in modo che i 14 infermieri vincitori del concorso di mobilità interna dall’Asl 4 verso la Asl 5 potessero essere trasferiti già domani mattina, basterebbe applicare quanto contenuto in una nota del direttore del dipartimento dr. Francesco Quaglia.

È vero che esiste una legge nazionale che impone un tetto alle assunzioni di personale a tempo determinato nei pubblici uffici, ed è altrettanto vero che la Asl 4 ha superato tale soglia, ma nella nota citata poc’anzi, ed inviata dal dottor Quaglia, si dice chiaramente che non si deve intendere la quota su base aziendale bensì calcolarla su base regionale.

Sappiamo che Asl 5 e altre aziende sanitarie locali della Liguria sono ben al di sotto di tale soglia, per questo, se ci fosse la volontà politica e amministrativa di liberare immediatamente i 14 infermieri, rispettando i loro diritti, la Asl 4 potrebbe attingere dalla graduatoria interna che ha, assumere a tempo determinato gli infermieri e concedere il nullaosta immediato e incondizionato al trasferimento a chi ne ha diritto.

Costringere professionisti a lavorare in un’azienda nonostante abbiano vinto un regolare concorso non è cosa né psicologicamente né professionalmente accettabile.

Tutto questo lo avevamo già scritto e detto mesi fa e ripetuto in aula del Consiglio Regionale durante la discussione del nostro ordine del giorno per la mobilità degli infermieri.

Quindi la soluzione, rapida, che chiediamo da mesi, e’ : si rispetti la direttiva del Dipartimento sanitario, si calcoli la quota complessiva di contratti a tempo determinato attualmente presenti nelle ASL liguri, si proceda alle assunzioni e si tutelino i diritti di questi professionisti.
Ora!
Francesco Battistini Consigliere Regionale M5S Liguria

 

Advertisements
Annunci
Annunci