Porto Venere: asta Bar Lamia rinviata. Il Sindaco evita il confronto con i cittadini

PORTO VENERE – E’ stata rinviata l’asta che doveva svolgersi questa mattina per definire le sorti del Bar Lamia. Il Comune era affollato di cittadini che hanno a cuore le sorti dello storico locale e tanti hanno lamentato il fatto che il Sindaco Matteo Cozzani non si è nemmeno fatto vedere, delegando un funzionario ad esporre le decisioni prese.

Con precedente sentenza il TAR aveva stabilito che non sussistendo il periculum in mora l’asta non poteva essere sospesa, in quanto i Lamia erano in possesso dell’esercizio e potevano partecipare alla stessa. L’analisi dei motivi di impugnazione in diritto sono stati rinviati alla seduta del 15 febbraio, in quanto evidentemente complessi.

Attualmente succede questo: il Comune di Porto Venere in autotutela ha sospeso l’asta in attesa della decisione del TAR  che alla data del 15 di febbraio valuterà i motivi di diritt. Per quanto riguarda il periculum in mora la sentenza non potrà però essere pronunciata perchè nella precedente era stato stabilito che il periculum non c’era. Il TAR vincolato dalla precedente, non potrà pronunciare una sentenza in quanto i Lamia continuano ad essere nel possesso del bene e nello stesso tempo l’asta non è stata fatta.

Una situazione quantomeno ingarbugliata dalla quale non sarà facile uscire.

Daniele Ceccarini

Questo slideshow richiede JavaScript.


Advertisements
Annunci
Annunci