Salviamo il bar Lamia, la petizione su Change.org

PORTO VENERE- La notizia che il comune di Porto Venere, entrato in possesso del locale in cui c’è lo storico bar Lamia, ha deciso di affidarlo ad un’asta pubblica, senza riconoscere alcun diritto a chi attualmente gestisce l’attività, ha fatto il giro del web. (Appello per salvare lo storico bar Lamia… ).

A seguito del vespaio suscitato dalla notizia, il Comune di Porto Venere ha fatto sapere di aver agito con trasparenza (Comunicato dell’Amministrazione) diramando un comunicato. I cittadini portoveneresi, però rimproverano all’Amministrazione di non tener conto dei lavori della famiglia Lamia e del lavoro svolto in tutti questi anni. “Non è solo questione di trasparenza, c’è anche un aspetto morale che voi non avete considerato“.

Per salvare lo storico bar è stata lanciata anche una petizione su Change.org, in cui si chiede al Sindaco di annullare il bando di gara e di riconoscere agli storici proprietari il diritto di restare nel bar che dà lavoro non solo alle due famiglie che lo gestiscono, ma anche a 10 dipendenti portoveneresi che rischiano di rimanere disoccupati a fine mese. Attraverso l’asta, infatti, chiunque può entrare in possesso dei locali: basta un’offerta più alta delle altre, fosse anche proveniente da Roma o Milano.

Il link della petizione: www.change.org/salviamoilbarlamiaeilfuturodidodicifamiglie.

Advertisements
Annunci
Annunci