Cimino (Lista Chiarandini): “Federici faccia ammenda per come ha governato la città”

LA SPEZIA- Le pagelle dei Sindaci e dei Presidenti di Regione rappresentano senz’altro, per La Spezia e la Liguria, due volti e due voti sicuramente specchio di quello che il Sindaco Massimo Federici ed il Governatore Giovanni Toti stanno facendo per le comunità da loro governate.

Federici passa dal 63° posto della precedente graduatoria al 92° posto di gradimento da parte dei suoi concittadini; qualcosa non va bene nella nostra città, e forse oggi gli spezzini sono più attenti a quelle che sono state le decisioni e le prese di posizione disastrose di tutto un partito, quello Democratico, che ha continuato con scelte sbagliate a far ricadere su tutti i cittadini i danni causati dalle scelte sbagliate. Un modo di governare, quello di Federici, che ha dimostrato tutta la sua arroganza con la crisi interna alla giunta della scorsa primavera con cacciata di assessori, dimissioni cumulative di altri assessori, richiamo in giunta per chi fino a pochi minuti prima ne aveva dette di tutti i colori nei confronti dello stesso Federici, e contentino ai giovani rampanti con la concessione di due assessorati assegnati come quando si prescrive una medicina ad un ammalato per cercare di rimetterlo in sesto. Come mai oggi il PD e l’Amministrazione non vanno a declinare in pompa magna questa nuova classifica così come fecero qualche mese fra quando affermavano che il passaggio della Spezia nella graduatoria delle città più vivibili era passato dal 70° posto al 32° posto attribuendo a questa Amministrazione i meriti di una città ormai con il passato alle spalle. Peccato che quella graduatoria non sia stata letta bene laddove nel lavoro, nella sanità, nella raccolta dei rifiuti ed in tanti altri settori la situazione era peggiorata, poco conta se sono cresciuti gli sportelli Bancomat, il numero di bed end breakfast o il numero di ristorantini in centro. Se oggi il Sindaco della Spezia si ritrova agli ultimi posti di gradimento da parte della popolazione è grazie al suo operato e a quello del suo partito il PD. Hanno trascurato i problemi del lavoro, quelli della sanità, quelli di una città sempre più sporca, quelli degli studenti condannati a fare lezione negli igloo.

Cosa ben diversa per il nostro Governatore della Regione Giovanni Toti che è in ascesa con il suo gradimento che è in aumento rispetto al giorno dell’elezione. Questo grazie al suo impegno, all’impegno dei suoi Assessori e di tutta la maggioranza di centro destra che ha saputo affrontare l’eredità disastrosa proveniente dalla giunta precedente.

Forse è il caso che Federici faccia nuovamente erigere il sontuoso palco messo su per l’inaugurazione di piazza Verdi e anziché richiedere di essere fischiato vi stazioni in questi giorni gelidi per far ammenda dei suoi errori e di quelli dell’Amministrazione che ha governato per un decennio.

 Pietro Antonio Cimino – Capogruppo Gruppo Fiammetta Chiarandini Sindaco per La Spezia

Advertisements
Annunci
Annunci