Appello per salvare lo storico Bar Lamia di Porto Venere

Porto Venere – Abbiamo incontrato Massimo Lamia storico gestore del Bar Lamia, un personaggio che è tutt’uno con PortoVenere. Proprio da Lamia hanno presso il caffè generazioni di artisti, cantanti, calciatori, politici. Da Pertini a Gasman, da Tatiana Pavlova a Marcello Lippi… Massimo racconta con amarezza: “La mia famiglia ha edificato il locale a proprie spese in un’area concessa dal demanio e lo gestisce da ben 77 anni con passione e amore, con prudenti interventi di ristrutturazione a proprie spese.” Recentemente il bar di proprietà demaniale è passato al Comune che ha deciso di affidarlo attraverso la proceduta di asta pubblica non riconoscendo ai gestori storici nessun diritto. “Il Bar Lamia è la memoria storica di Porto Venere. Quando uso la parola memoria storica mi riferisco a questo: dal 1929 al 2017 quello che é diventato il BAR LAMIA… mi rattrista molto la facilità con cui tutto questo venga dimenticato e la facilità con cui si dia l’opportunità ad altri di poterlo sostituire svendendolo per poter permettere ad imprenditori di appropriarsene e fare solo cassetto senza che mettano cuore e fatica come é stato fatto fino ad oggi.”

 

Advertisements
Annunci
Annunci