Emergenza sangue in Liguria, Sonia Viale invita a donare

GENOVA-Rivolgo un ulteriore forte appello per uno sforzo di generosità ai donatori e ai cittadini tutti: chi può vada a donare in questi giorni nelle sedi predisposte. Contiamo sulla generosità dei liguri per poter rientrare in una “normalità operativa” già dalla settimana prossima”. Così la vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria, a fronte della carenza di sangue su sul territorio.

Esiste un’emergenza nazionale, certificata dal Centro Nazionale Sangue, di carenza di oltre 2000 sacche di sangue – spiega la vicepresidente Vialecon una richiesta di attivare tutte le misure per favorire la raccolta di questo prezioso componente. A causa dell’influenza, del freddo e delle festività, la generosità dei donatori e delle loro associazioni ha subito, purtroppo, una significativa contrazione, per cui la situazione presenta, ad oggi, una grave carenza di sangue anche in Liguria, in particolare per i gruppi 0 positivo e B negativo e positivo. Per avere un’idea, dall’inizio dell’anno ad oggi abbiamo avuto circa 1580 donatori a fronte di oltre 2000 richieste. Questa situazione – rassicura l’assessore regionale alla Sanità – è comunque gestita in modo adeguato dalle strutture trasfusionali liguri e questo ha consentito, ad oggi, di limitare le conseguenze al rinvio di 48 ore di un solo intervento all’Ospedale San Martino di Genova e un intervento di cardiochirurgia a Rapallo, riducendo anche il disagio – conclude – ai pazienti border-line per necessità trasfusionale”.

Advertisements
Annunci
Annunci