CGIL: “Altro che buona scuola, scuola al freddo. Le istituzioni intervengano”

LA SPEZIA-E’ inaccettabile e assurdo che ogni volta che arriva il freddo assistiamo al triste spettacolo di studenti, docenti e personale scolastico costretti a stare a scuola con il piumino. Solidarizziamo con gli studenti in lotta.” Così Lara Ghiglione, Segreteria della Camera del Lavoro, e Giorgia Vallone, Segretaria provinciale FLC CGIL.

Una situazione intollerabile per una scuola pubblica che si rispetti- continuano le sindacaliste- causata dai continui tagli governativi e dalla “finta abolizione” delle province, private delle risorse necessarie ad intervenire in settori sensibili come, appunto, quello della scuola pubblica. Così, nel 2017, ci troviamo con molti istituti del territorio privi di riscaldamento. Altro che buona scuola, è scuola al freddo.”

Concludono Ghiglione e Vallone:Le Istituzioni e gli Enti Locali si assumano la responsabilità e l’onere di garantire il corretto funzionamento degli impianti di riscaldamento. La CGIL è dalla parte degli studenti e del personale.”

Advertisements
Annunci
Annunci