Piazza Verdi. Negro, Filt Cgil: “Dichiarazioni Vannetti offensive, si assuma le sue responsabilità”

Alle dichiarazioni dell’architetto Vannetti, che riteniamo offensive per gli autisti ATC che spesso operano in condizioni di estrema difficoltà, rispondiamo che è sbagliato scaricare su altri i propri errori di progettazione.” Così Alessandro Negro, responsabile Provinciale TPL FILT-CGIL, che continua: ”Sulla nuova Piazza Verdi ogni cittadino farà le sue considerazioni. Vogliamo però evidenziare l’aspetto legato alla sicurezza che riteniamo ancora insufficiente. La Piazza, progettata per essere promiscua tra autobus e pedoni, ha da subito evidenziato possibili rischi, soprattutto per la presenza di ragazzi e bambini che frequentano le scuole.  Ancora oggi non è chiaro l’utilizzo delle corsie rosse a bordo piazza che non garantiscono la sicurezza per i pedoni che spesso si trovano sulle corsie degli autobus.

Continua Negro: “Riteniamo indispensabile mantenere il passaggio dei bus in Piazza Verdi proprio per non allontanare dal centro il mezzo pubblico, uno dei fattori più importanti per migliorare la qualità della vita all’interno delle città. Sottolineiamo come gli autisti ATC si siano “divertiti” in questi quattro anni di cantiere della Piazza, oltre che a sfrecciare per infilare prima la curva di entrata nella Piazza Verdi, manovra molto complicata che da estrema soddisfazione nell’effettuarla, ad evitare gruppi di ciclisti in contromano e pedoni curiosi che assistevano alla lenta realizzazione dei lavori; ad effettuare soste sulle fermate corte per gli autobus di 12 metri con conseguenti problemi alla salita degli utenti, a ripetute chiusure inaspettate che obbligavano a spiegare agli utenti la bontà di fare una passeggiata tra i lavori del cantiere. L’architetto Vannetti dovrebbe ringraziare gli autisti, assumendosi almeno la responsabilità sulla scelta dell’utilizzo del travertino sulle corsie dove transitano al giorno circa 1300 autobus.

 

Advertisements
Annunci
Annunci