La Traviata: prosegue con successo la Stagione d’opera e Balletto del Teatro Civico della Spezia

LA SPEZIA – Mercoledì 21 dicembre, alle ore 20.45, al Teatro Civico di La Spezia, la stagione di Lirica e balletto organizzata dal Circolo Fantoni entra nel vivo della sua programmazione con l’opera di Giuseppe Verdi: La Traviata.

Dopo i successi ottenuti con il concerto Carmina Burana e l’operetta La Vedova Allegra la stagione organizzata dal Circolo Fantoni presenterà una delle opere più famose del musicista di Busseto.

Un debutto nazionale con un allestimento di grande pregio prodotto dalla Lugano Ballet Theatre e Teatro di Milano con la direzione artistica del m° Carlo Pesta. Voci importanti come quelle di Mirella Di Vita, Giorgio Valerio, Victoria Shapranova e Luigi Albani con il Coro e l’Orchestra del Teatro di Milano diretti dal M° Gianmario Cavallaro e con i solisti e primi ballerini del Balletto di Milano daranno vita sul palcoscenico spezzino a questa intramontabile opera di Giuseppe Verdi.

La Traviata, melodramma in tre atti di Giuseppe Verdi su libretto di Francesco Maria Piave, tratto dalla pièce teatrale di Alexandre Dumas (figlio) La signora delle camelie, è considerata l’opera più significativa e romantica del celebre compositore e, assieme a Il Trovatore e Rigoletto, fa parte della “trilogia popolare”.

La produzione milanese, realizzata nel rispetto del libretto e della migliore tradizione, vede impegnati tra cantanti, coro, corpo di ballo e orchestra oltre 80 artisti.

La regia è di Jean Marc Biskup affermato regista internazionale i cui lavori sono apprezzati in numerosi teatri mondiali. Di grande importanza l’utilizzo delle masse artistiche, coro e corpo di ballo, che il regista fa muovere con maestria nelle suggestive ambientazioni create da Marco Pesta. Altrettanto preziosi e di grande eleganza i costumi creati da Federico Veratti.

La danza, arte particolarmente cara a Giuseppe Verdi tanto da inserirla  nelle sue opere attraverso pagine di pregevole fattura, trova nei solisti e primi ballerini del Balletto di Milano interpreti superlativi.

Sul podio a dirigere il Maestro Gianmario Cavallaro, direttore musicale del Teatro milanese ma anche artista invitato nel mondo per dirigere  concerti, balletti e opere in festival e teatri di primaria importanza.

Cantanti italiani di primo piano e tra i migliori interpreti del belcanto completano una produzione di straordinario livello artistico.

Il regista,  Jean Marc Biskup, su questo allestimento dice: “…. La mia regia è un ritorno alle origini della storia della famosa grande cortigiana del “tout Paris” dell’epoca romantica dell’Ottocento e del “Second Empire”. I costumi sono realizzati nello stile dell’epoca con le famose “crinoline”, gli abiti più lussuosi in assoluto. Marie Duplessis è un personaggio reale. Il ritratto di Violetta che vediamo in scena è il vero ritratto di Marie Duplessis, “regina di Parigi”. La sua vera storia è già un opera. Era all’epoca la più bella donna di Parigi, sempre ornata di camelie, i fiori a lei più cari e  organizzava le feste più lussuose di Parigi. Marie è stata l’amante degli uomini più famosi dell’epoca, tra i quali Franz Liszt e Alexandre Dumas figlio. Morì di tisi all’età di 23 anni lasciando il ricordo della sua bellezza per l’eternità, proprio come lo vediamo sul ritratto. Tutti sappiamo cosa è successo successivamente. Dumas figlio, che assomiglia tanto ad Alfredo in Traviata, disperato scrisse la storia del suo amore con Marie Duplessis: “La Dame aux Camelias”, melodramma che Giuseppe Verdi vide a Parigi. Verdi, particolarmente colpito, ordinò a Piave una adattamento della vicenda per un libretto d’Opera. La Traviata era nata… Per me Marie Duplessis e Violetta sono sorelle e sono un simbolo della donna libera come lo canta Violetta nel “sempre libera”, ma che conosceranno la redenzione dall’amore. Nell’ultima scena muore Violetta, ma nasce il mito della “Diva” per l’eternità.”

Appuntamento quindi per Mercoledì 21 Dicembre al Teatro Civico alle ore 20.45.

Biglietti ancora disponibili presso il botteghino del teatro (tel. 0187 757075), il Circolo Fantoni (tel. 0187 716106), l’ufficio Informazioni turistiche di Sarzana (tel. 0187 620419) oppure online sul sito www.fantoniweb.it

Advertisements
Annunci
Annunci