Le Associazioni animaliste chiedono una campagna di sensibilizzazione anti-botti di Capodanno

LA SPEZIA- Ogni anno, la notte di San Silvestro, lo scoppio indiscriminato di botti, petardi e fuochi d’artificio è causa di infortuni, anche seri, sia per coloro che li maneggiano sia per quanti ne vengano accidentalmente a contatto.
Ma tra le vittime di tali incidenti non si contano solo esseri umani; tanti sono gli animali domestici e selvatici che, terrorizzati per l’improvviso frastuono, tentano una via di fuga esponendosi così al rischio di smarrimento, investimento o altra triste sorte.
La pagina nera delle festività conta centinaia di casi tra cani rimasti impiccati alla catena, volatili uccisi dallo spavento causato dalle esplosioni, cani e gatti che non hanno più fatto ritorno tra le mura domestiche, per non parlare di tutti gli animali da affezione che, seppur tenuti in casa e con tutte le dovute precauzioni, si trovano ad affrontare uno stato di stress emotivo intollerabile: scoppi e petardi rappresentano una vera e propria tortura per gli animali che hanno una soglia uditiva molto più sviluppata e sensibile della nostra.
Molti sono ormai i Comuni sul territorio nazionale che hanno imposto divieto assoluto di fare uso di botti la notte di Capodanno con l’emissione di apposite ordinanze o articoli all’interno del proprio Regolamento per la tutela di persone, animali ed ambiente.
Le Associazioni ambientaliste dello spezzino ricordano che il Regolamento Tutela Animali del Comune della Spezia al comma 24 dell’art 7 vieta su tutto il territorio del comune della Spezia petardi , botti, fuochi di artificio e articoli pirotecnici in genere, salvo ricorrenze, manifestazioni o eventi regolarmente autorizzati dall’Amministrazione comunale e si rivolgono ai cittadini affinché facciano appello alla propria coscienza, responsabilità e ragionevolezza abbandonando una tradizione pericolosa ed anacronistica e lanciando un segnale mai come oggi opportuno per una società degna di definirsi civile.
A tal proposito le stesse associazioni condividono e fanno proprie le motivazioni contenute nell’interpellanza presentata in consiglio comunale che chiede all’Amministrazione l’attuazione di una campagna di sensibilizzazione pubblica, tramite manifesti informativi e “Avvisi Pubblici” volti appunto a disincentivare l’uso di botti, petardi e materiale pirotecnico in genere durante il periodo delle festività.
Le associazioni firmatarie:
–          Animalisti Italiani La Spezia
–          BETA Benessere e Tutela Animale
–          LAV
–          L’impronta Volontari Indipendenti Canile
–          LIPU
–          SOS Randagi
Advertisements
Annunci
Annunci