Siglato accordo tra ATC esercizio e Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt trasporti, Cobas L.P., Faisa Cisal

LA SPEZIA- Ecco il testo dell’accordo siglato tra ATC esercizio e Filt Cgil, Fit Cisl, Uilt trasporti, Cobas L.P., Faisa Cisal:

A seguito dei fatti recentemente accaduti, discussi in data 30 novembre insieme a tutte le rappresentanze sindacali aziendali ed ascoltate le loro richieste ed istanze, condividendone i principi e nella consapevolezza della necessità di mettere in campo tutte le misure necessarie atte a salvaguardare o migliorare, laddove fosse necessario, la sicurezza dei lavoratori e degli utenti, l’Azienda desidera intraprendere le seguenti iniziative:

  • Azione formativa rivolta al personale: verrà inserito, all’interno del Piano di Formazione attualmente in via di completamento, un apposito progetto rivolto al personale per fornire nozioni, informazioni ed istruzioni pratiche al fine di acquisire le necessarie conoscenze per gestire ed affrontare situazioni di conflitto. Attraverso lo sviluppo di tecniche di comunicazioni mirate, simulazioni ed analisi di casi concreti la finalità dell’intervento sarà quella di creare la maggior consapevolezza possibile oltre che del proprio ruolo e delle proprie prerogative, anche delle normative di riferimento.

  • Modifiche al sistema di comunicazione: verrà realizzato un sistema di comunicazione più chiaro e di facile ed immediata comprensione, mediante l’utilizzo di “Ideogrammi” volti a trasmettere messaggi chiari ed inequivocabili in modo, se non da eliminare completamente, almeno minimizzare i possibili fraintendimenti o equivoci rispetto alle norme di trasporto. Il personale a contatto con il pubblico avrà una formazione specifica e mirata oltre ad adeguato materiale divulgativo.

  • Protezione del posto guida: verrà immediatamente realizzata un’analisi sui posti guida degli autobus attualmente in servizio per realizzare, laddove le situazioni tecniche degli stessi lo consentano, le cosiddette “paretine autista” in modo da contrastare possibili intrusioni nel posto guida e per separare maggiormente l’ambiente operativo dell’autista stesso dal resto dell’abitacolo dei mezzi. i primi interventi, compatibilmente con le fattibilità tecniche, saranno rivolti ai mezzi Mercedes “Cito” e “Sprinter” che effettuano servizio urbano e presentano, per natura di fabbricazione, le “paretine autista” più basse o addirittura non presenti rispetto a tutto il resto del parco mezzi.

  • Estensione del sistema di utilizzo chiamata di emergenza: verrà esteso al personale di guida la possibilità di utilizzare il sistema attualmente nella disposizione del personale ispettivo per cui, in caso di necessità per il crearsi di situazioni che possano compromettere la loro incolumità, è possibile attivare un servizio di pronto intervento da parte di istituto di vigilanza incaricato di recarsi immediatamente sul luogo attraverso geolocalizzazione. Tale intervento verrà introdotto, inizialmente a carattere sperimentale, durante il servizio serale ed in una linea diurna che verrà individuata dalla commissione tecnica.

Si concorda di richiedere congiuntamente un incontro urgente al Prefetto della Spezia per discutere delle problematiche relative alla sicurezza a bordo dei mezzi pubblici.

Si concorda, inoltre, di verificare mensilmente durante le riunioni del tavolo delle relazioni industriali, lo stato di attuazione di quanto previsto dal presente piano ed il funzionamento dello stesso al fine di effettuare le eventuali modifiche che si rendessero necessarie.

Advertisements
Annunci
Annunci