“L’intelligence del marciapiede”. Un libro di Giovanni Sabatino

Uscito ieri l’ultimo libro di Giovanni Sabatino, sociologo e criminologo spezzino, docente in analisi sociocriminologica del crimine organizzato presso la UNISED International University di Milano e Maresciallo dell’Arma dei Carabinieri in servizio presso il Nucleo Investigativo del comando provinciale di Massa Carrara.
Il volume, intitolato “L’Intelligence del Marciapiede. La Sociocriminologia della Strada”, edito dalla casa editrice Primiceri di Padova, specializzata in testi e manuali universitari, sarà presentato domani (2 dicembre) a Como in occasione del convegno intitolato “Legalità e anticorruzione”, organizzato dall’unione nazionale avvocatura pubblica ed inserito nel programma sugli stati generali della giustizia. Evento che vedrà la partecipazione oltre che di cattedratici ed importanti esponenti del mondo politico ed istituzionale, anche di Bernardo Petralia, procuratore aggiunto di Palermo, di Nicoletta Parisi dell’autorità nazionale anticorruzione, dell’ex magistrato Gherardo Colombo e di Giampiero D’Alia, presidente Commissione Bicamerale Affari Regionali e già ministro della Funzione Pubblica.

copertina20094

Il libro, esito di uno studio socio criminologico delle organizzazioni criminali realizzato da Sabatino, a cui si aggiunge il contributo di Carmelo Musumeci, ergastolano già capo della mafia della Versilia, rappresenta il punto di vista dell’investigatore che quotidianamente si confronta con la criminalità osservandola anche da una visuale esterna, quella del sociologo. Da questa posizione privilegiata, l’autore analizza gli ambienti urbani noti come “quartieri difficili” mettendo in luce, in maniera critica, tra gli altri effetti prodotti dalla globalizzazione, la frattura sociale figlia dei mutamenti socioeconomici che hanno confinato in quei quartieri “esclusi interni” e “migranti extracomunitari”.

Il risultato di queste riflessioni è l’elaborazione di una teoria che qualifica il comportamento deviante come una “produzione sociale” alla quale occorre replicare, oltre che con politiche di sicurezza, anche con un sistema di welfare state integrato in un innovativo concetto di “quartiere impresa” ispirato da una logica mercatistica. Intelligence del marciapiede, che prossimamente sarà presentato anche a La Spezia, si rivolge a chi ha interesse a comprendere come sviluppa ed evolve il crimine che pervade e condiziona, in maniera silente, il nostro vivere quotidiano.

Advertisements
Advertisements
Advertisements