“Vetri rotti” di Arthur Miller con il Gruppo Teatrale Tradinoi

LA SPEZIA– Sabato 3 dicembre alle ore 21,15 presso l’auditorium Dialma Ruggiero il Gruppo Teatrale Tradinoi porterà in scena “Vetri rotti” di Arthur Miller.

Interpreti: Massimo Giorda – Lorena Cappellini – Silvano Pelagotti – Barbara Della Rosa – Tina Iovine – Flavio Sassi.

Regia di Bruno Liborio

Biglietto ingresso € 10,00

Si consiglia la prenotazione al 3477841081

Presentazione spettacolo:

“” Perché è tanto difficile essere ebreo ? ””

“” E’ difficile essere qualunque cosa ! ””

L’inconscio ha un ruolo fondamentale in questa pièce di Miller.
Ma anche la paura, quella che nasce dalla consapevolezza della propria identità. Phillip Gellburg, il protagonista di “Vetri Rotti”, fatica a tollerare la propria identità ebrea, trasforma la propria vita in un capolavoro di camouflage nascondendosi tra i Gentili e rigetta l’idea che ciò che sta succedendo in Germania lo possa riguardare.
Ma non è un superficiale, come invece può apparire il Dottor Hyman, Gellburg possiede dentro di sé, proprio come la moglie, l’inconscia paura della diversità , quella che per l’appunto paralizza o, diventando conscia, uccide.
Ma l’angoscia di Sylvia Gellburg, benestante ebrea americana sconvolta dalle rappresaglie tedesche, nasconde qualcosa di più : avrebbe voluto un’altra vita e forse un uomo diverso.
La paralisi è una ribellione del corpo determinata dalla paura o un segno di rivolta contro se stessa, o contro Gellburg che col suo rifiuto di assomigliare ad un ebreo ha contribuito ad amplificare in lei il senso di pericolo per la propria condizione?
Riuscirà Sylvia a condividere il proprio panico col marito, riavvicinandosi a lui e guarendo? Forse…… ma a quale prezzo?

Il Gruppo Teatrale:

Il sodalizio del Gruppo Tradinoi (n.d.a. leggi Tra di noi) nasce nel teatro amatoriale di questi ultimi anni ma solo nel 2015 si da una identità e si trova un nome. Provenienti da varie realtà del teatro amatoriale spezzino questo gruppo di amici, che ha già portato in scena alcune commedie brillanti,  ha deciso di voler provare ad affrontare un testo impegnativo e drammatico.

Questa pièce li ha messi alla prova e li ha sfiancati in un lavoro certosino, nel tentativo di raggiungere il risultato più consono possibile alla levatura del testo. Il viaggio è stato appassionante e adesso sperano di riuscire a trascinarvi nel labirinto emozionale di Arthur Miller.

 

Advertisements
Annunci
Annunci