Farmaci biosimilari, notevoli risparmi per le casse regionali grazie all’approvazione di un subemendamento M5S

ROMA– Sui farmaci biosimilari il MoVimento 5 Stelle è riuscito a strappare in corner una modifica estremamente importante e migliorativa rispetto al provvedimento presentato dal Governo, che consentirà alle casse delle Regioni di risparmiare cifre importanti.

Così il deputato ligure del M5S Matteo Mantero commenta l’approvazione del suo emendamento: “Dopo circa 23 ore ininterrotte di commissione bilancio, prendendo il vice ministro e relatore per stanchezza, con un blitz siamo riusciti a far approvare un emendamento sui farmaci biosimilari. E’ un tecnicismo che ha fatto infuriare Palazzo Chigi e le case farmaceutiche che ci perderanno un po’ di soldi, ma che farà risparmiare alle Regioni e quindi alle tasche dei cittadini parecchi milioni di euro.
Per il prezzo di partenza dell’accordo quadro sui farmaci biosimilari, infatti, non si partirà più, come inizialmente previsto, da quello massimo del farmaco biologico di riferimento ma da quello medio di mercato dei farmaci generici biosimilari. Un cambiamento di meccanismo che evidentemente può consentire un risparmio alle Regioni. Aggiungiamo che l’articolo in questione è ancora molto migliorabile, sia realizzando gare al posto degli accordi quadro, sia mettendo in gara farmaci con principi attivi diversi ma con la stessa efficacia terapeutica. Ad ogni modo, abbiamo già fatto un notevole passo avanti rispetto al punto di partenza”.

Advertisements
Annunci
Annunci