A Fezzano 29 bambini senza scuola. Il sindaco la sottrae e l’opposizione continua a “dormire”

FEZZANO – A Fezzano c’era una scuola e per la verità l’edificio, uno dei più belli del Golfo, c’è ancora. Il sindaco Matteo Cozzani e la sua Giunta, però,  hanno pensato di chiuderla e venderla.

Una decisione senza senza senso perché nel frattempo i fezzanotti decisi a non estinguersi hanno dato un decisivo contributo al preoccupante calo demografico. Un ottimo risultato, un vanto per le giovani coppie e per il paese che ora ha bisogno di una scuola.

Il sindaco Cozzani e la sua Giunta evidentemente non hanno avuto fiducia nell’impegno dei fezzanotti a moltiplicarsi. Da qui, la scelta di vendere l’edificio scolastico per realizzare appartamenti per giovani coppie che poi rimarranno senza scuola.

Insomma un serpente che si morde la coda: le giovani coppie hanno già dato e ora serve di nuovo la scuola che è stata chiusa e la decisione di mandare i 29 bambini negli scantinati dell’asilo nido è oltremodo assurda.

In compenso, il sindaco e la sua Giunta hanno sparato simbolicamente un’estate di costosi fuochi d’artificio, belli quanto inutili.

Per la verità, il vilipeso Sindaco Nardini fece molto per mantenere la scuola, come dire…  qualcosa di giusto fece anche lui.

Attualmente la decisione di chiudere la scuola non è stata gran che contestata da Pd locale guidato dai paitiani Nardini, Masi e Faticato, pacifici oppositori reduci da una sconfitta di 70 anni, di cui pare nemmeno si vergognino.

Paola Settimini

Advertisements
Annunci
Annunci