ISTITUTO DAVID CHIOSSONE ONLUS “Lo studente disabile visivo: strategie per l’inclusione scolastica”.

 

Genova – Si è tenuta oggi, presso la Biblioteca Universitaria di Genova, la XXI edizione dell’appuntamento scientifico annuale “Occhio della Mente” – promosso dall’Istituto David Chiossone Onlus per i ciechi e gli ipovedenti (www.chiossone.it) – dal titolo “Lo studente disabile visivo: strategie per l’inclusione scolastica”.

Dall’asilo nido alla scuola materna fino all’Università, passando per scuola primaria e secondaria, l’integrazione scolastica è un tassello fondamentale del Progetto di Vita di bambini e ragazzi, disabili visivi. Ogni bambino ipovedente ha bisogno di un approccio su misura, perché vive la propria condizione di ipovisione in modo diverso, sulla base di fattori come la quantità e la qualità del residuo visivo, l’età, l’ambiente in cui vive, la situazione psicofisica generale.

Il convegno ha analizzato le necessità e le strategie da seguire sia nella scuola primaria che secondaria, approfondendo i servizi e le innovazioni a supporto, con l’obiettivo di garantire le migliori metodologie didattico-educative specifiche e realizzare un contesto di inclusione sociale adeguato.

Tra i diversi approcci, quello tecnologico è sicuramente di grande attualità. Dagli strumenti per l’autonomia didattica, alle APP, ai progetti di ricerca scientifica condotti in partnership da Istituto David Chiossone e IIT – Istituto Italiano di Tecnologia: ABBI (Audio Bracelet for Blind Interaction), tecnologia basata sulla riabilitazione senso-motoria per bambini disabili visivi e BLINDPAD, il dispositivo per la percezione di contenuti grafici attraverso il tatto.

La mattinata di studio si è conclusa con la tavola rotonda che ha messo a confronto modelli ed esperienze. Hanno partecipato: Roberto Peccenini, Direttore Ufficio Provinciale Scolastico di La Spezia, Mario Barbuto (in collegamento video), Presidente Nazionale Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti, Paola Bortolo, Insegnante Vide Presidente Istituto David Chiossone, Mirella Zanobini, Psicologa dell’handicap Scienza della Formazione UNIGE, Michele Borra, Insegnante Consigliere della Federazione Nazionale Istituzioni Pro Ciechi. Il confronto è stato moderato da Claudio Cassinelli, Presidente dell’Istituto David Chiossone.

L’integrazione scolastica, dalla prima infanzia alla maggiore età, attraverso la stretta collaborazione con la famiglia e gli insegnanti, è elemento fondamentale della “presa in carico globale” che l’Istituto offre a bambini e ragazzi disabili visivi, seguiti dal centro di riabilitazione per l’età evolutiva di Villa Chiossone, da oltre dieci anni eccellenza a livello nazionale.

Advertisements
Annunci
Annunci