Cooperative e sindacati firmano accordo su appalti, detassazione e apprendistato. Soddisfazione tra tutti gli attori

LA SPEZIA- Ieri mattina è stato firmato l’accordo sulla regolamentazione degli appalti tra mondo cooperativo (Alleanza delle cooperative) e sindacati confederali che segue a ruota quelli su detassazione e apprendistato. L’accordo è stato presentato durante una conferenza stampa in Camera del Lavoro alla presenza di Paolo Garbini, Presidente Legacoop, Anna Vivaldi, Presidente Confcooperative, Gianmarco Salvia, Presidente AGCI, Matteo Bellegoni, Segretario generale CGIL, Antonio Carro, Segretario provinciale CISL e Fabrizio Tassara, segretario provinciale Feneal UIL.

L’accordo prevede l’istituzione di un Comitato bilaterale formato da sei elementi, tre per il mondo cooperativo e tre per i sindacati. E’ un accordo territoriale, migliorativo rispetto alla nuova legge sugli appalti. Punta sulla qualità del servizio, sull’occupazione, sulla redditività aziendale e sul rispetto contratti nazionali. Nel dettaglio, l’accordo prevede che appalti e subappalti siano tutti con evidenza pubblica, ci sia una quota per le cooperative sociali e affidamenti diretti a cooperative sociali B.

Da sottolineare i maggiori elementi di innovazione: no al massimo ribasso anche per appalti sotto il milione di euro (l’87% delle gare sono sotto il milione) e l’obbligatorietà del rispetto della clausola sociale nel nostro territorio.

Soddisfazione tra tutti gli attori dell’accordo. “Un accordo che esalta i veri valori di democrazia e solidarietà del mondo cooperativo- hanno detto Garbini, Vivaldi e Salvia– che rafforza la nostra lotta contro le false cooperative, la tutela dei lavoratori e la crescita del territorio. Un accordo migliorativo, ora vogliamo coinvolgere le istituzioni, a partire dall’Anci.”

Per i sindacati, l’accordo “rilancia la capacità negoziale del sindacato: le cooperative puntano sulla qualità del lavoro, basta con situazioni di sfruttamento; con la valorizzazione del lavoro riparte la crescita.”

Come già sottolineato, l’accordo sugli appalti segue quelli  sulla dettassazione e sull’apprendistato, sottoscritti di recente tra sindacati e Alleanza delle cooperative. Con l’accordo sulla detassazione la tassazione sul reddito del lavoratore delle cooperative passa al 10% per redditi fino a 2500 euro, con valenza operativa immediata. Una possibilità che riguarda la maggior parte dei lavoratori (la media passa dal 27% al 10). Tramite l’accordo sull’apprendistato, i lavoratori possono al contempo avvalersi dell’apprendistato ed ottenere diploma, laurea ed altri titoli di studio superiori mentre lavorano. Un contratto a tempo indeterminato, che prefigura un percorso di lavoro stabile.

Advertisements
Annunci
Annunci