I Lions per Amatrice: in Piazza Brin raccolti 2650 euro per i terremotati di Umbria, Lazio e Marche

LA SPEZIA-Insieme per Amatrice”: è questo il titolo del pranzo solidale che ha avuto luogo questa mattina, dalle 12.30, sotto i portici di Piazza Brin, grazie all’impegno dei Lions Club del Distretto 108Ia2 in collaborazione con l’Amministrazione comunale, la Parrocchia di Nostra Signora della Salute e i volontari della Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini della Spezia, per destinare un aiuto alla piccola cittadina laziale e a tutti i comuni e le frazioni colpite dal terremoto dello scorso 24 agosto, durante il quale, secondo l’ultimo bilancio ufficiale, sono rimaste uccise 298 persone. L’ultima vittima è Renato Marsicola, 94 anni, rimasto gravemente ferito e deceduto il 24 settembre – ad un mese esatto dal sisma – mentre si trovava ricoverato in rianimazione all’ospedale “San Salvatore” de L’Aquila. L’anziano viveva proprio ad Amatrice.

Numerosi gli sponsor che hanno sostenuto l’evento benefico da tutta la provincia spezzina e dalla vicina Massa-Carrara: Coop Liguria, panifici e pasticcerie Stampetta, Mister Molini, Guidotti Arredobagno, Baldassini industria dolciaria, impresa edile Garbini Attilio Paolo, Cantine Lunae Bosoni e Industrial Diving, con la partecipazione dell’home chef Bruno Bardi, che ha magistralmente proposto nel suo menù i rinomati “rigatoni all’amatriciana”; celebre piatto della cucina romana apprezzato in tutto il mondo. Una settantina le persone che, partecipando, con la loro generosità, hanno permesso di raccogliere 2.650 euro, somma che sarà interamente devoluta ai terremotati di Umbria, Lazio e Marche. Un’occasione per compiere anche un altro gesto di altruismo: offrire un pasto dignitoso e un po’ di compagnia ad alcuni clochard della zona, che sono stati invitati ad unirsi alla tavolata.

Questo appuntamento – spiega a LaSpeziaOggi.it il secondo Vicegovernatore del Distretto 108Ia2 dei Lions Club della Spezia Euro Pensa – rientra, tra l’altro, anche nel “service” internazionale per il nostro centenario: uno dei quattro temi affrontati è proprio la lotta contro la fame.”

(Francesco Munari)

Advertisements
Annunci
Annunci